Bonus mobili 2022

Nel decreto Pnrr 2 varato recentemente dal governo ci sono delle importanti novità per quel che riguarda il bonus mobili 2022, misura introdotto per favore l’efficientamento energetico delle abitazioni. Vediamo di cosa si tratta, cercando di fare anche un paragone con la misura che eravamo fin qui abituati a conoscere.

LEGGI ANCHE: Bonus casalinghe 2022: requisiti, a chi spetta, come funziona la domanda e quando scade

Bonus mobili 2022, le novità previste dal Pnrr 2

Tra le modifiche più importanti c’è senza dubbio il nuovo obbligo di invio della comunicazione all’ENEA, Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente, come già avveniva per il bonus casa ed elettrodomestici. La novità sta nel fatto che nella normativa sono specificate le tipologie di elettrodomestici acquistabili ai fini del bonus. Più nello specifico, i mobili che rientrano nell’agevolazione sono quelli già previsti dall’Agenzia delle Entrate, mentre a non rientrare sono i suppellettili e i tendaggi ad uso decorativo. Sono invece inclusi mobili e apparecchi che non hanno finalità di mero decoro e che appartengono dunque al cosiddetto mobilio funzionale.

Per quel che attiene gli elettrodomestici, la nuova normativa prevede che vengano rispettati dei requisiti rivolti principalmente alle classi energetiche. Più nello specifico, non si potrà richiedere il bonus mobili 2022 nel caso di elettrodomestici di piccola taglia e formato (come il forno a microonde) in quanto non collegabili con i lavori di ristrutturazione.

Ci sono poi nuove direttive per quanto attiene la dichiarazione Irpef che é stata prorogata per le spese sostenute negli anni 2022, 2023 e 2024 per quel che riguarda l’acquisto mobili e grandi elettrodomestici appartenenti alle classi energetiche previste dall’Agenzia delle Entrate. Si potrà ottenere le detrazione indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi – Modello 730 – con la stessa che spetterà solo al contribuente che usufruirà della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio.