Bonus condizionatori 2022

La Legge di Bilancio 2022 ha previsto il rinnovo del bonus condizionatori anche per quest’anno. Si tratta di una detrazione – dal 50 al 65% – che consente di abbattere le spese sostenute per l’acquisto di un impianto. Vediamo dunque di cosa si tratta, quali sono i requisiti richiesti e cosa è necessario fare per ottenere il bonus.

Bonus condizionatori 2022, cosa sapere

Iniziamo col dire che la percentuale di detrazione varia in base al bonus che si sceglie. Più nello specifico la detrazione sarà del 50% qualora si dovesse ricorrere al Bonus Ristrutturazione e al Bonus Mobili, mentre salirà al 65% con l’Ecobonus. C’è poi la possibilità di far rientrare la spesa per i condizionatori all’interno del Superbonus 110%. Vengono inoltre previsti dei termini massimi di spesa più bassi rispetto al 2021, quando erano a 16mila euro. Nel 2022 per il Bonus Mobili è pari 10mila euro, per poi scendere a 5mila nel 2023 e nel 2024.

Per ottenere il bonus condizionatori 2022 ci sono due modi, o richiedere lo sconto diretto al momento dell’acquisto del dispositivo oppure richiedere lo sconto attraverso la dichiarazione dei redditi. Sarà in ogni caso necessario fornire la documentazione per le spese sostenute per l’efficientamento energetico di un immobile.

Ci sono infine una serie di elementi che andranno rispettati ai fini del l’ottenimento della detrazione. Per quella al 50% del Bonus Ristrutturazione è necessario che i lavori siano iniziati non prima del 1 gennaio 2021. Nel caso si sia optato per l’Ecobonus, detrazione al 65%, ci sono alcuni parametri da rispettare: l’acquisto deve riguardare un condizionatore con pompa di calore ad alta efficienza; i lavori di ristrutturazione non devono essere iniziati prima del 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto dell’impianto; l’importo massimo detraibile è pari a 46.154 euro in dieci quote annuali.