quanto costa cambiamento climatico

La tragedia della Marmolada delle scorse ore impone una doverosa riflessione sul cambiamento climatico e sull’impatto che questo ha sulla vita delle persone. Temperature altissime, esondazioni, siccità e incendi che comportano dei costi importanti per i cittadini, sia in termini di rischi che di spesa. Ma quanto ci costa il cambiamento climatico? Proviamo a capirlo.

Quanto ci costa il cambiamento climatico?

Secondo quanto riportato da uno studio sul tema del cambiamento climatico condotto dal Consiglio Europeo, negli ultimi 40 anni in Europa le temperature hanno registrato un netto aumento, esacerbando i fenomeni meteorologici estremi. Sono le tragedie cui purtroppo assistiamo da anni, che toccano le persone e l’economia di un Paese. Entrando più nel dettaglio del cambiamento climatico, negli ultimi 5 anni in Europa la temperatura è stata più alta di 2,2°C rispetto alla fine del secolo scorso, con il 2020 che è stato in assoluto l’anno più caldo per il Vecchio Continente.

Il climate change è dunque più reale che mai, con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti. Le inondazione, sempre secondo il report del Consiglio Europeo, sono in aumento, così come per quanto riguarda gli incendi boschivi (dal 1980 sono andate in fiamme oltre 190mila km2 di foreste in Europa, una superficie pari a più del doppio del Portogallo) e le precipitazioni ad alta intensità nella regione mediterranea (con un aumento del 22%).

Tutto questo ha delle ripercussioni sulla vita delle persone e sull’economia. Per quel che riguarda il primo aspetto, è drammatico leggere nel report che dal 1980 al 2020 siano morte oltre 138mila persone nell’Unione Europea a causa di fenomeni meteorologici o climatici estremi, con i Paesi più colpiti che sono stati Germania, Francia e Italia. Da un punto di vista economico, le perdite finanziarie causate da fenomeni meteorologici e climatici estremi nell’Ue a 27 negli ultimi 40 anni hanno superato i 487 miliardi di euro. La spesa maggiore ha riguardato Germania, Italia e Francia seguite da Danimarca, Austria e Lussemburgo. E ancora, il costo economico delle esondazioni di fiumi in Europa supera in media i 5 miliardi di euro all’anno, mentre i danni economici annuali dovuti agli incendi boschivi sono pari a circa 2 miliardi di euro.