Revisione auto quanto costa

Quando si parla di revisione auto si fa riferimento ad un obbligo previsto dalla legge, che impone che tutti i veicoli in circolazione siano periodicamente sottoposti a controllo al fine di garantire la sicurezza del mezzo stesso e degli automobilisti. Sottoporre un veicolo ad una revisione consiste dunque nell’esporlo ad un attento monitoraggio che riguarda il suo funzionamento meccanico (freni, sospensioni, luci, frizione, alle emissioni di gas). Cerchiamo di capire meglio dunque come funziona la revisione dell’auto e quanto costa effettuarla.

Revisione auto, cos’è e quanto costa

Entrando più nel dettaglio della revisione auto, questa si basa sul concento di sicurezza comune e rispetto dell’ambiente. Verrà dunque valutata la rumorosità della marmitta di un veicolo, ma anche il suo stato di usura per assicurare che non emetta inquinanti per un livello superiore a quello consentito. Verrano poi valutati, in tema di sicurezza comune, i sistemi di pulizia come il tergicristalli anteriori e posteriori, nonché gli avvisatori acustici, primo fra tutto il clacson. Chi effettua la revisione controllerà anche lo stato della carrozzeria, così come anche lo presenza di accessori utili in caso di avaria del mezzo, si tratta ad esempio di triangolo e ruota di scorta.

Per effettuare la revisione auto è necessario recarsi presso le officine e i centri meccanici autorizzati dal Ministero dei Trasporti oppure direttamente alla Motorizzazione Civile. Si tratta di due differenti modalità, contraddistinte da un costo differente che è più alto nel primo caso (a vantaggio di una maggiore celerità, circa 20-30 minuti) e più basso nel secondo caso (dove sarà necessario effettuare una prenotazione nella sede provinciale della Motorizzazione).

Per quanto riguarda i tempi, la prima revisione deve avvenire a 4 anni di distanza rispetta al mese in cui l’auto è stato immatricolata, mentre in seguito la cadenza è biennale e fa sempre riferimento al mese riportato sul bollino che viene apposto sulla carta di circolazione. Ad essere soggetti a questo tipo di revisione sono anche i ciclomotori, gli autocaravan, i mezzi che superano i 3500 k, mentre per i mezzi per il trasporto pubblico (autobus, ambulanze, rimorchi, taxi ed NCC) la revisione è annuale.

Revisione auto, quanto costa

Prima del decreto attuativo del Ministro delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibile dello scorso 1° novembre 2021, il costo della revisione auto era fissato a 66,8 euro per chi si rivolgeva alle officine e i centri meccanici autorizzati e a 45 euro per chi andava in Motorizzazione. Il decreto ha però previsto un aumento di queste tariffe pari a 9,95 euro netti che, comprensivi di Iva, diventano 12,14 euro lordi.

Ecco dunque che, in base alle più recenti normative, il prezzo della revisione è arrivato a 54,95 euro per chi va in Motorizzazione civile e a 79,02 per chi va in officina (54,95 euro del costo della revisione, a cui vanno aggiunti 12,09 euro dell’Iva al 22%, 10,20 euro di diritti Motorizzazione e 1,78 euro del costo del bollettino postale).

Qualora il possessore di un veicolo non provvedesse ad effettuare la revisione e venisse sottoposto ad un controllo, la legge prevede una multa il cui importo può variare da 173 a 694 euro, oltre alla sospensione dalla circolazione del mezzo fino ad avvenuto collaudo. Qualora poi l’infrazione venisse accertata in autostrada, alla sanzione si aggiungerebbe anche il fermo amministrativo, mentre la mancata revisione per più scadenze farebbe raddoppiare l’importo della multa.