Nickel prezzo quotazioni

La guerra in Ucraina ha innescato una lunga serie di problematiche sui mercati internazionali, andando a colpire in particolar mondo il settore delle materie prime e dei metalli. Tra questi c’è il nickel, del quale la Russia è il terzo produttore al mondo, con oltre 250mila tonnellate, dopo Indonesia e Filippine. Si tratta di un metallo fondamentale per le nostre vita in quanto viene usato per produrre leghe come l’acciaio inossidabile e le altre resistenti alla corrosione. Con esso si realizzano le pile, le monete da uno e due euro, e alcune componentistiche fondamentali per le auto elettriche. Ma a quanto è arrivato il prezzo del nickel e quali sono le sue quotazioni?

Nickel, prezzo e quotazioni

È molto difficile, in questa fase, ottenere un definizione realistica del prezzo del nickel. Lo scorso 8 marzo, infatti, la borsa valori dei metalli, il London Metal Exchange (LME), aveva sospeso le negazioni per 24 ore a seguito di un’impennata incredibile del prezzo del metallo. La misura è poi durata per più di un settimana, trascinando fino ad oggi delle problematiche nella definizione delle quotazioni del nickel.

Entrando più nello specifico, l’8 marzo il nickel alla LME aveva aperto con un prezzo che si aggirava intorno ai 40mila dollari a tonnellata per poi schizzare a 100mila dollari. Un rialzo mai visto prima per questo metallo, un +250% che aveva quadruplicato il suo prezzo in appena due sedute. “A seguito di ulteriori aumenti notturni senza precedenti del prezzo del nickel a 3 mesi – si leggeva in un documento della borsa valore dei metalli dello scorso 8 marzo – il LME ha deciso di sospendere le negoziazioni almeno per il resto della giornata odierna”. 

Il problema non è di poco conto, soprattutto considerando il grande utilizzo che si fa nel mondo di questo metallo. Secondo diverse stime, da qui ai prossime 3 anni il suo fabbisogno mondiale decuplicherà con conseguenti necessità di approvvigionamento. A risentire maggiormente di questa situazione di grande instabilità sono le industrie di automotive, così come quelle siderurgiche e dell’acciaio.