La Russia di Putin, la Russia che ha invaso l’Ucraina, si è scavata da sola una fossa economica senza precedenti. Le stime degli economisti convergono nel prevedere che l’economia del paese si ridurrà del 10%, quest’anno.

La decisione della Russia di invadere l’Ucraina ha avuto serie ripercussioni per la sua economia, con i nemici di sempre hanno scatenato sanzioni paralizzanti. Hanno continuato a ridurre i loro acquisti di petrolio e gas naturale del paese, e gli investitori stranieri hanno boicottato valutariamente il paese. La Banca Economica per la Ricostruzione e lo Sviluppo (Bers) pensa che tutto questo stia avendo l’effetto desiderato: si aspetta a sua volta che l’economia russa si riduca del 10% quest’anno. E anche se il paese accettasse presto un cessate il fuoco, potrebbe non essere d’aiuto: la Bers pensa che le sanzioni resteranno in giro a limitare la crescita economica del paese per i prossimi anni.

Naturalmente, l’invasione della Russia sta già avendo conseguenze di vasta portata in tutto il mondo. E secondo la Banca Mondiale, sono i paesi più poveri che sono destinati a subire la maggior parte dei danni. Infatti, l’organizzazione ritiene che l’aumento dei prezzi di prodotti come il grano potrebbe spingere milioni di persone nella povertà, e alcuni paesi in via di sviluppo ad un punto in cui non possono permettersi di pagare i loro debiti. La Bers è d’accordo, e ha avvertito che le economie del Nord Africa e il Libano – che comprano molto grano dalla Russia e dall’Ucraina – sono tra i più esposti.

Quanto ai prezzi del petrolio alle stelle sono anche pronti a bloccare la crescita economica in tutto il mondo, eppure l’Opec ha detto giovedì che non aumenterà la sua fornitura più di quanto già promesso. È un buon lavoro, quindi, che gli Stati Uniti stiano rilasciando 180 milioni di barili di petrolio – il più grande prelievo dalle sue riserve nei suoi 45 anni di storia – in sei mesi a partire da maggio. Non è una soluzione a lungo termine, ma gli analisti pensano che potrebbe far scendere i prezzi a breve termine.