“Il cambiamento in atto nel mondo degli Studi Professionali sta diventando sempre più evidente. I servizi erogati sono spesso molto basici, in larga parte sostituibili e prestano il fianco alla guerra dei prezzi che concorre all’azzeramento dei margini. D’altro canto la complicazione nell’universo contabile e fiscale non è banale e i professionisti impegnano molto del loro tempo ad erogare un prodotto finale che potrebbe essere realizzato in minor tempo e con minor dispendio di energie se automatizzato.” Alessia Berra, Director Consulting, Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia, è a capo di una funzione che ha sviluppato metodologie innovative perfettamente aderenti alle necessità del mercato.
Alessia Berra spiega «Valore Digitale». “Il nuovo servizio, gestito dai nostri consulenti applicativi, fornisce la valutazione dei processi di Studio attraverso un’analisi dettagliata e oggettiva, che offre suggerimenti per efficientare e velocizzare le operazioni legate a specifiche attività, fornendo l’evidenza numerica dei risparmi in termini di tempo, costi e ROI legati a una diversa modalità di lavoro ottenuta automatizzando determinati processi. L’idea di un processo di efficientamento e digitalizzazione nasce dalle sempre più impellenti necessità dei Professionisti a semplificare e migliorare gli innumerevoli passaggi legati alla gestione dello Studio. Si deve cercare di ridurre tempi e costi di gestione e si deve cercare di focalizzarsi sempre più sull’offerta di servizi a valore. Quello che offriamo con «Valore Digitale» è un percorso di innovazione dello Studio che parte dalla consapevolezza del livello di efficienza dei propri processi.”

Alessia Berra

Ai titolari dello Studio i consulenti applicativi di Wolters Kluwer porgono un questionario di raccolta dati e informazioni. Una volta compilato il questionario viene poi sottoposto all’analisi di professionisti esperti dell’azienda che esaminano i processi delle attività descritti con applicazione di formule specifiche ed oggettive che generano un report personalizzato sulle esigenze del cliente.
L’analisi di benchmark avviene con parametri quantitativi misurati sul campo utilizzando soluzioni software con le quali i processi descritti possono essere automatizzati.
Ne deriva un report con un piano d’azione che, oltre alle positività, evidenzia le aree di efficientamento in termini di riduzione dei tempi di elaborazione e dei costi collegati.
Alessia Berra offre un esempio molto concreto dell’efficacia di «Valore Digitale» come metodologia analitica dei processi di Studio “Per essere chiara cito un esempio tra i più recenti. Un nostro consulente applicativo ha proposto la valutazione attraverso la metodologia di «Valore Digitale» ad uno Studio già ben organizzato sulla prima parte del processo (invio delle dichiarazioni, prelievo ricevute e fascicolatura automatica), quindi si è limitato ad analizzare la condivisione, la raccolta firme e la conservazione sostitutiva. Per gestire i dichiarativi manualmente in queste fasi lo Studio impiega circa 17 minuti a dichiarativo, mentre automatizzando il processo impiegherebbe intorno ai 40 secondi. Il risparmio sarebbe di circa 16,5 minuti per ogni dichiarativo. Lo Studio elabora circa mille dichiarativi ogni anno dunque con un’adeguata automazione risparmierebbe 16.500 minuti, 275 ore, cioè quasi 34,5 giorni lavorativi e quindi 6,8 settimane. «Valore Digitale» ha portato all’evidenza dello Studio che soltanto automatizzando questa parte del processo potrebbe risparmiare 1 mese e mezzo di lavoro. Un tale risultato si commenta da solo.”
Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia ha sviluppato «Valore Digitale» nella convinzione che gli Studi Professionali italiani abbiano un grande potenziale inespresso e che possano guadagnare moltissima efficienza e velocità semplicemente grazie all’ottimizzazione e alla revisione dei processi interni.
«Valore Digitale» incide soprattutto nell’acquisizione della consapevolezza che la trasformazione digitale non è fine a sé stessa e che le risorse risparmiate possono liberare valore per fornire nuovi servizi alla propria clientela, ad esempio legati all’area finanziaria e del controllo di gestione.