Il dopo Mattarella: e se fosse Letizia Moratti?
Letizia Moratti, presidente di Ubi Banca

Come finirà non lo sa nessuno. Mario Draghi continua a dire parole sacrosante – “non mi candido a nulla” – e come nel suo stile impeccabile continua a lavorare e a mietere successi internazionali, dal G20 a Glasgow. Ma la partita per il Quirinale è apertissima.

Tra poco il presidente Sergio Mattarella lascerà il Colle e sono molteplici gli scenari che si aprono davanti alla politica. Se Silvio Berlusconi, candidato di Matteo Salvini e Giorgia Meloni, ha poche chances reali, cresce il partito di chi vorrebbe finalmente una donna.

“Sarebbe una cosa buona e giusta, finalmente” sottolinea l’ex ministro Livia Turco. E se il nome di Marta Cartabia è già uscito (dicono che piacerebbe allo stesso Draghi) nei salotti bene di Milano c’è chi scommette su una donna che avrebbe tutte le skills per farcela.

Lei è Letizia Moratti, protagonista della business community con un nitido spirito di servizio (lo ha già dimostrato in passato in varie occasioni, dalla Rai in poi). Una figura con un cursus honorum unico: tra pubblico (appunto la Rai, ma poi il Comune di Milano e la presidenza dell’Expo, prima della Regione Lombardia) e privato (Ubi Banca, per dirne una), con un’indiscutibile caratura solidale (San Patrignano, E4Impact), e una forte visibilità internazionale.

Sarà dunque lady Moratti il nome a sorpresa per il dopo Mattarella?