Da tanti anni Edenred sostiene progetti e iniziative contro lo spreco alimentare e a favore di di organizzazioni non profit volti a contribuire al benessere delle persone e a generare valore a favore delle realtà territoriali.

Nasce da questa vocazione alla solidarietà #DONALASPESA, il progetto promosso da Edenred Italia ed Enel e dedicato a tutti i dipendenti del Gruppo energetico: sviluppata con la collaborazione di Quomi – l’ecommerce della spesa online – l’iniziativa punta a contrastare lo spreco di cibo recuperando le eccedenze alimentari in favore delle strutture caritative in Italia. 

Il progetto mira a supportare Banco Alimentare nella promozione di politiche volte al contrasto della povertà e dell’esclusione sociale. Tutti i dipendenti Enel potranno utilizzare il proprio Ticket Restaurant e, con un semplice click, ordinare prodotti alimentari sul sito di Quomi per poi farli recapitare ad una delle sedi territoriali di Banco Alimentare.

L’obiettivo è sostenere una realtà del terzo settore e aiutare chi aiuta le fasce più deboli della popolazione, perseguendo gli obiettivi di Corporate Social  Responsibility che accomunano Edenred  Italia e Enel: così, se da un lato viene offerto un aiuto concreto alle persone in difficoltà, dall’altro viene promossa e incentivata la cultura della responsabilità sociale, contribuendo ad evitare che il cibo venga sprecato.

«Crediamo da sempre nel valore sociale del buono pasto. Grazie al progetto #DONALASPESA i dipendenti Enel potranno scegliere di destinare la spesa di Quomi presso Banco Alimentare, sostenendone così la comunità. Siamo da sempre impegnati nella semplificazione delle necessità di vita delle persone, così come da diverso tempo siamo in prima linea in progetti volti ad aiutare associazioni impegnate nelle opere solidali – dichiara Stefania Rausa, Direttore Marketing e Comunicazione di Edenred Italia – Questa iniziativa rappresenta una nuova sfida anche per noi. Sostenere realtà non-profit in Italia per il loro valore e operato è per noi motivo di grande orgoglio e soddisfazione».