Robotica: siamo già nel futuro

Oggi i robot sono la normalità nelle case di ognuno: elettrodomestici di tutti i tipi convivono con noi. Se poi usciamo dalle abitazioni per andare nelle industrie, troviamo una vera e propria colonizzazione robotica delle fabbriche. Il primo robot industriale di cui si ha conoscenza risale al 1937. Era un dispositivo simile a una gru, alimentato da un unico motore elettrico. In grado di muoversi su cinque assi, riusciva ad afferrare oggetti e a impilare blocchi di legname secondo schemi predefiniti. I robot di oggi, ovviamente, hanno fatto più progressi. Ma dove sono più evidenti?

Ce lo spiega il team di Alger, società partner di La Française: «L’aumento dell’utilizzo di robot è dovuto al settore industriale. I robot hanno prevalso da sempre nella produzione automobilistica e in ambienti pericolosi. Tuttavia, con gli ultimi cambiamenti di passo fatti nell’innovazione, i mercati finali e le applicazioni per i robot stanno passando sempre più velocemente dalla manifattura ai servizi, oltre che dal lavoro in collaborazione con gli esseri umani al lavoro autonomo.

La logistica è poi un esempio chiave di dove l’innovazione nella percezione e nell’intelligenza artificiale abbiano recentemente guidato la rivoluzione dei robot. La mancanza di forza lavoro nei centri di distribuzione era problematica prima della pandemia; il Covid-19 ha ulteriormente messo in evidenza il bisogno di soluzioni robotiche di tutti i tipi, con applicazioni di stoccaggio e adempimento. L’utilizzo di robot nell’agricoltura, nel raccolto e anche nella protezione delle colture è un altro esempio. «Crediamo anche che la sanità sarà una delle aree di più rapida crescita per l’utilizzo di robot, con applicazioni in quasi tutti i settori, inclusi l’infermieristica, l’assistenza chirurgica, biotecnologie e i trattamenti in laboratorio», continua il team.

E conclude: «Con l’aumentare dell’influenza nelle fabbriche e degli utilizzi industriali al di fuori delle fabbriche, le società che potranno trarre beneficio dalla rivoluzione dei robot includeranno probabilmente i leader mondiali della fabbricazione industriale di robot, oltre che la sottostante supply chain dei servomotori (usati per controllare la velocità delle macchine), dei laser e dei fornitori di componenti».