L'appetito (per gli affari) vien... masticando

Cos’hanno in comune Zlatan Ibrahimović, Leonardo Bonucci, Marco Verratti, Alessio Romagnoli, Mattia Perin, Ignazio Abate, Massimo Ambrosini, Andrea Bertolacci e Salvatore Sirigu? La Serie A? Fuochino. Sono tutti soci di Mind The Gum, la startup nata nel 2015 e sviluppata Speed Mi Up, 

l’incubatore di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano. Tutti, insomma, convinti della bontà (è proprio il caso di dirlo) del business: produrre una linea di integratori in formato chewing gum. 

«L’idea nasce da una mia esperienza personale», racconta a Economy il fondatore e ceo Giorgio Pautrie (a sinistra nella foto, accanto al fratello Carlo): «in seguito a un incidente in macchina quasi fatale che subii nel 2011, riportai una frattura dell’osso del collo. Nonostante i due anni di riabilitazione che mi costrinsero a perdere tempo prezioso per l’università, decisi di non mollare gli studi di Economia all’Università Bocconi. Determinato a conseguire la laurea, ricorsi a energy drink e integratori nella speranza di migliorare le mie performance mentali e recuperare così gli esami in meno tempo. Lì nacque l’idea di Mind The Gum: non soddisfatto dei prodotti che avevo provato, insieme agli specialisti di Farmacia Legnani, realizzai un prodotto ad hoc prima in formato sublinguale, che accompagnavo con un chewing gum per via del sapore. Insieme alla mia determinazione il prodotto mi aiutò a laurearmi dando 23 esami e tesi in soli 392 giorni».

Così, insieme al fratello Carlo, nel 2015 Giorgio Pautrie diede vita a Mind The Gum. Il resto è storia: al primo round di investimento da 100mila euro, nel 2018 è seguito un secondo round da mezzo milione poi, l’anno successivo, un terzo da più di un milione.  «Da quando abbiamo incominciato abbiamo investito più di 5 milioni di euro per sviluppare i prodotti e creare l’azienda. Nel progetto hanno creduto diversi investitori tra cui, professori della Bocconi, investitori privati e anche molte celebrità». Compresi, appunti i summenzionati calciatori di serie A. 

Una storia che ricorda da vicino “Smetto quando voglio”, la pellicola del 2014. «Ci sentiamo più vicini a Limitless, ma senza le controindicazioni del film! Infatti le nostre formule non promettono lo sballo, ma anzi di aiutare la mente a concentrarsi o rilassarsi in base all’esigenza, per sfruttare il potenziale della propria mente», mette le nai avanti Pautrie. «Di simile al film c’è di certo la preparazione dei ricercatori che seguono la strutturazione delle nostre formule». Già, le formule: quella di Mind The Gum, l’originale, combina 15 componenti attive comprese caffeina e teanina, che grazie al rilascio graduale promettono di mantenere l’attenzione combattendo la stanchezza mentale. E a confermarlo è un recente studio in doppio cieco concotto in collaborazione con professori e ricercatori delle università University of East London, University College London, Westminster e Bath). «Ma abbiamo già sviluppato una formula rilassante», continua il ceo di Mind The Gum «che con 12 nutrienti bilanciati tra cui melissa e biancospino dona benessere mentale immediato senza causare sonnolenza, nel prodotto Chewing Calm, ed una formula che supporta le difese immunitarie e le vie respiratorie con Lattoferrina a rilascio sublinguale e vitamina C, D3, Zinco e Sambuco dentro Immuni Gum. Distribuiamo attualmente in 15 nuovi Paesi tra cui Svezia, Spagna, Dubai, Islanda e Croazia». Il futuro? «L’obiettivo dei prossimi anni è l’espansione internazionale, sfruttando la credibilità di Zlatan in tutti i Paesi, anche oltreoceano. Abbiamo ovviamente in cantiere anche il lancio di nuovi prodotti con il solito mantra: prodotti veramente efficaci in formati innovativi e più funzionali».