I dati usciti martedì scorso hanno mostrato che la Cina ha venduto quasi tre volte più veicoli ibridi e completamente elettrici (EV) l’anno scorso che nel 2020. Le vendite di auto cinesi hanno avuto un anno molto forte, con gli automobilisti del paese che hanno acquistato 21 milioni di veicoli nel 2021 – quasi il 5% in più rispetto all’anno precedente e solo il 5% in meno rispetto a un 2019 senza pandemia. Ma sono stati gli ibridi e i veicoli elettrici a rubare la scena: i clienti hanno comprato quasi tre volte più di questi “nuovi veicoli energetici” rispetto al 2020.

Sussidi fino al 2023

E le cose potrebbero essere solo in procinto di diventare più verdi: il governo cinese ha detto che smetterà di offrire sussidi per l’acquisto di EV dal 2023, il che significa che gli automobilisti del paese probabilmente ne approfitteranno finché possono. Questo potrebbe essere il motivo per cui la China Passenger Car Association si aspetta che le vendite di EV cinesi raggiungano i 6 milioni quest’anno – quasi il doppio del 2021. E se ha ragione, i nuovi veicoli energetici rappresenteranno circa il 20% delle vendite totali di auto del paese. Intanto, Volkswagen è ancora riuscita in qualche modo a perdere la palla: la casa automobilistica ha detto martedì che ha venduto il 14% in meno di auto in Cina l’anno scorso, soprattutto perché la carenza di chip ha causato ogni sorta di problemi di produzione. Nessun problema del genere per Tesla: il produttore di EV – i cui stretti rapporti con i fornitori l’hanno aiutata a superare la carenza di chip relativamente indenne – ha visto le vendite di auto nel paese più che raddoppiare nel 2021.

Ma la Cina non è agevole per tutti

Le aziende EV potrebbero essere fiorenti, ma la Cina non è terreno fertile per tutti: Airbus ha avvertito martedì che la linea dura anti-Omicron del paese potrebbe causare al produttore di aerei un grande mal di testa. Dopo tutto, l’azienda potrebbe essere costretta a chiudere una delle sue fabbriche chiave nel paese, mentre i suoi clienti cinesi potrebbero non voler aggiungere alcun aereo alle loro piste fino a quando non sanno che i loro clienti sono qui per rimanere.