Bonus bollette 2022

La Legge di Bilancio 2022 ha confermato il cosiddetto bonus bollette, una misura di carattere sociale che va ad agevolare nei suoi intenti le famiglie più in difficoltà. L’intervento assume quest’anno un valore maggiore visto il forte caro bollette che riguarda l’Italia e che deriva principalmente dai costi di approvvigionamento del gas. Il nostro paese si rifornisce infatti in gran parte dalla Russia, ma il conflitto della stessa con l’Ucraina e le tensioni che ne sono scaturite, hanno inevitabilmente portato ad un aumento del prezzo.

Bonus bollette 2022: cosa c’è da sapere

Vediamo ora le specifiche del bonus bollette 2022, cercando di chiarire chi ne ha diritto e quale sia la copertura garantita alle famiglie. Il bonus viene applicato in base all’ISEE e spetta alle famiglie che hanno un reddito annuale inferiore a 8.265 euro. Tale soglia sale a 20mila euro se ci si trova davanti a nuclei familiari nei quali sono presenti quattro o più figli a carico. La percezione del reddito di cittadinanza non costituisce un motivo di esclusione. Infine il bonus viene applicato anche a chi si trova in condizioni di disagio fisico e a chi necessita di energia elettrica per far funzionare strumentazioni mediche che gli permettono di rimanere in vita.

Quanto alle cifre del bonus, questo tiene conto del numero di componenti di una famiglia. Per l’energia elettrica ammonta a 128 euro per nuclei composti da 1 o 2 persone, a 151 euro per famiglie fino a 4 componenti e a 177 euro per chi supera il numero di 4. Per il gas, invece, i criteri di assegnazione tengono conto sia del numero di componenti della famiglia sia della zona climatica nella quale si vive e della categoria d’suo.

Per richiedere il bonus bollette 2022 è necessario compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica, necessaria per il calcolo ISEE, e presentarla agli uffici del proprio Comune di residenza, a un CAF o sul sito dell’Inps. Se approvato il bonus verra assegnato in maniera automatica in bolletta.