Cybersecurity

Dell Technologies (NYSE:DELL) consolida la sua leadership nelle appliance e nel software per la data protection per aiutare i clienti a tutelare le informazioni on premises, nei cloud pubblici e all’edge.  

La nuova Dell PowerProtect Data Manager Appliance introduce una serie di novità di facile utilizzo per la protezione del dato in ambienti multi-cloud, mentre le innovazioni nella sicurezza operativa e nella resilienza basata su AI accelerano l’adozione delle architetture Zero Trust per salvaguardare le aziende dalle crescenti minacce di cyberattacchi.

L’obiettivo è supportare le aziende nelle loro crescenti sfide in ambito data protection. Secondo il Dell Global Data Protection Index (GDPI) 2022, nell’ultimo anno le aziende hanno affrontato livelli di disservizio maggiori rispetto agli anni precedenti, con un conseguente aumento di perdite di dati, di fermi operativi e di costi di recovery. Nell’ultimo anno, i cyberattacchi hanno rappresentato il 48% di tutti i casi di disastro (contro il 37% del 2021) con un impatto signitificativo sulla data disruption. La survey, inoltre, evidenzia che ridurre il numero di vendor con i quali collaborare in ambito data protection apporta  notevoli vantaggi: l’85% di chi ha adottato questo modello ne ha tratto beneficio, mentre coloro che hanno in essere una sola collaborazione hanno ridotto del 34% i costi di ripristino in seguito a cyberattacchi.

“In un mondo iper-connesso l’esigenza di proteggere i dati è più importante che mai”, ha dichiarato Jeff Boudreau, presidente e general manager dell’Infrastructure Solutions Group di Dell Technologies. “Questo scenario digitale richiede una moderna strategia di sicurezza e protezione dei dati per affrontare le minacce informatiche. Le sole soluzioni dedicate non sono sufficientemente ampie per proteggere le aziende. Dell aiuta i clienti a rafforzare la cyber resilienza proponendo software, sistemi e servizi integrati per la data protection affinché i dati e le applicazioni siano protetti e resilienti, ovunque si trovino”. 

Secondo la survey GDPI, il 91% delle aziende conosce o prevede di implementare un’architettura Zero Trust, un modello di cybersicurezza che non si basa esclusivamente sull’utilizzo di difese perimetrali ma che, all’interno del perimetro dei sistemi informativi, consente esclusivamente il traffico dei dati solo se già noti e autorizzati. Solo il 23% degli intervistati sta, tuttavia, implementando un modello Zero Trust, e solo il 12% ne ha completato l’adozione. Grazie a funzionalità di sicurezza integrate all’interno di hardware, firmware e punti di controllo, l’approccio olistico di Dell aiuta a creare architetture Zero Trust per rafforzare la cyber resilienza e ridurre le complessità della sicurezza.

Il percorso più semplice per una moderna protezione dei dati

Dell continua a innovare il proprio software per la protezione dei dati, Dell PowerProtect Data Manager, per aiutare le organizzazioni a semplificare le IT operations e ridurre i rischi. PowerProtect Data Manager risponde alla crescente necessità di cyber resilienza e supporta i principi Zero Trust con nuove capacità operative integrate per la sicurezza come la multifactor authentication, la doppia autorizzazione e i controlli role-based sugli accessi.

La Dell PowerProtect Data Manager Appliance traccia un percorso semplice per l’adozione di una protezione moderna dei dati. Questo nuovo sistema è ideale per use-case di piccole e medie dimensioni con la possibilità di supportare da 12 a 96 terabyte di dati.

Questa appliance offre ai clienti:

  • Moderna architettura software-defined: Automatizza il discovery e la protezione degli asset e implementa una particolare protezione dedicata a VMware per garantire la disponibilità di tutte le VM senza interruzioni delle attività di business.
  • Soluzione cyber resilient sicura: Fornisce accesso più sicuro alle funzioni riservate grazie a tecniche IAM (Identity and Access Management) per rafforzare la cyber resilienza.
  • Esperienza utente intuitiva ed unificata: Implementa la protezione software-defined dei dati semplificandone installazione e utilizzo.

“Dell PowerProtect Data Manager semplifica il nostro ambiente di backup fornendoci l’agilità di business necessaria per proteggere i nostri dati nel nostro percorso di trasformazione digitale”, ha commentato James McNair, vice president, distributed systems manager di Trustmark Bank. “Con la nuova Dell PowerProtect Data Manager Appliance possiamo implementare con maggiore facilità Data Manager attraverso la nostra infrastruttura aumentando l’efficienza e rafforzando la nostra cyber resilienza”.

Dell estende il cyber recovery ai vault su cloud pubblici

PowerProtect Cyber Recovery per Google Cloud permette ai clienti di implementare un cyber vault isolato su Google Cloud allo scopo di separare e proteggere meglio i dati dai cyberattacchi. A differenza delle normali soluzioni per il backup cloud-based, l’accesso alle interfacce di amministrazione è bloccato attraverso controlli di rete che richiedono credenziali di identificazione separate e autenticazione a più fattori.

Le aziende possono utilizzare gli abbonamenti a Google Cloud che possiedono per acquistare PowerProtect Cyber Recovery tramite Google Cloud Marketplace; il servizio può essere acquistato direttamente da Dell e dai suoi partner di canale.

La nuova proposta amplia le capacità di cyber recovery di Dell per cloud pubblici dopo i recenti annunci di Dell PowerProtect for Microsoft Azure e di CyberSense per Dell PowerProtect Cyber Recovery perr AWS.  

Dell APEX semplifica lo storage di backup con opzioni di consumo flessibili

Dell APEX Data Storage Services propone un’opzione Backup Target in modalità pay-per-use maggiormente sicuro e flessibile. Il servizio Backup Target è di facile adozione e razionalizza il processo di acquisto, deployment e mantenimento dello storage di backup. Facendo leva sulla leadership di Dell nelle data appliance e nella protezione dei dati1, Backup Target aiuta a ridurre l’ingombro dello storage presso il cliente e aumenta la disponibilità dei dati.

La nuova opzione Dell APEX Data Storage Services Backup Target supporterà la crescente diffusione delle proposte as-a-Service per aiutare a superare le sfide della data protection. Il 99% degli intervistati della survey ha indicato almeno una soluzione as-a-Service come prioritaria per poter risolvere alcune delle sfide delle loro organizzazioni: tra le principali, il 44% ha identificato lo Storage as-a-Service, il 41% la Cyber Recovery as-a-Service, il 40% il Backup as-a-Service.

Seife Teklu, senior solutions architect, Arrow Electronics “La Dell PowerProtect Data Manager Appliance è facile da utilizzare e veloce da implementare. Questo sistema integrato rappresenterà un’interessante opzione per i nostri clienti di piccole e medie dimensioni che hanno bisogno di modernizzare la protezione dei loro dati, ridurre i rischi e garantire la continuità operativa”.