Bonus asilo nido 2022
Bonus asilo nido 2022

Bonus asilo nido 2022, esauriti i fondi: cosa succede ora? Alla domanda ci sono 2 risposte:

  1. L’Inps ha inserito i beneficiari, tagliati fuori a causa dell’esaurimento dei fondi, nell’elenco “riserva”. Quindi dovranno attendere più tempo e tenere d’occhio il sito o contattare l’Inps. Per loro arriveranno altri fondi, ma si prevede verso la fine dell’anno. Potete anche telefonare al Contact center Inps, raggiungibile componendo il numero 803 164, gratuito da telefono fisso. Oppure il numero 06 164 164 da cellulare, a pagamento in base alla tariffa applicata dai diversi gestori. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 20 e il sabato dalle ore 8 alle ore 14 (ora italiana).
  2. Il Bonus asilo nido potrebbe essere prorogato dal nuovo governo che si insedierà dopo le elezioni 2022 (si vota il 25 settembre prossimo).
  3. Tenete d’occhi anche i Servizi sociali del proprio Comune di appartenenza poiché ci sono fondi disponibili anche degli enti comunali.

VEDI ANCHE: Bonus casa, per quali è prevista la proroga nel 2023

Cos’è il Bonus asilo nido

Molti enti comunali erogano benefici per famiglie meno abbienti o in difficoltà, e incentivare le iscrizioni negli asili nido. Il governo ha approvato tempo fa il Bonus asilo nido 2022.

Questo beneficio è rivolto ai genitori di figli nati, adottati o affidati fino a 3 anni d’età (compiuti nel periodo tra gennaio e agosto 2022) e consiste in un bonus per sostenere le spese per l’asilo nido o in un contributo per il supporto presso la propria abitazione, in caso di bambini impossibilitati a frequentare il nido, perché affetti da gravi patologie che compiono 3 anni entro il 31 dicembre 2022.

I fondi stanziati però sono esauriti. L’Inps infatti ha comunicato che “le domande che in base ai tempi di presentazione, per insufficienza di budget, non potranno essere accolte saranno comunque raccolte nei database nell’ente e ammesse ma con riserva”.

Tuttavia vi suggeriamo di tenere d’occhio il sito Inps nella sezione “Servizi”, cliccando su “Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione”. Potrebbe essere prorogato e rifinanziato dal prossimo governo che entrerà in carica dopo le elezioni del 25 settembre 2022.

Il Bonus asilo nido è stato aumentato

L’Inps ha tra l’altro precisato che l’importo del buono è stato aumentato fino a un massimo di 3mila euro sulla base dell’Isee minorenni, in corso di validità, riferito al minore per cui è richiesta la prestazione.

Come richiedere il Bonus asilo nido 2022

Le domande possono essere presentate utilizzando il servizio online dedicato sul sito Inps, oppure rivolgendosi ai centri patronati o Caf.

Gli importi dei contributi sono stabiliti in base all’Isee minorenni. In assenza di Isee valido sarà concesso l’importo minimo.

La domanda per il Bonus asilo nido deve essere presentata dal genitore che sostiene l’onere del pagamento delle rette scolastiche e deve indicare le mensilità relative ai periodi di frequenza scolastica, compresi tra gennaio e dicembre 2022, per le quali si richiede il beneficio. Per ottenere il contributo è necessario presentare la documentazione che attesta l’avvenuto pagamento delle singole rette.

La domanda di contributo per l’introduzione di forme di supporto domiciliare deve essere presentata dal genitore convivente con il figlio per il quale è richiesta la prestazione ed essere accompagnata da un’attestazione del pediatra che dichiari per l’intero anno l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido a causa di una grave patologia cronica.

Per usufruire del beneficio per più figli è necessario presentare una domanda distinta per ciascun bambino.

Nel caso in cui sia già presente in procedura una domanda di Bonus asilo nido presentata nel 2021, la domanda per il 2022 potrà essere inoltrata confermando o modificando i dati esistenti.

Quanto vale Bonus asilo nido

  • Per un reddito dichiarato da 25.001 a 40.000 euro, il bonus ammonta a 2500 euro, erogabile in massimo 11 mensilità, con rate da 227,27 euro ciascuna (Con aumento fino a 3mila euro deciso di recente);
  • Per un reddito di oltre 40.000 euro, il bonus è di 1500 euro, erogabile in massimo 11 mensilità, con rate da 136,37 euro ciascuna.
  • Se non si ha un Isee valido, al momento della domanda, verrà erogata la somma minima di 1500 euro.

Nel caso la mensilità del bonus superi la cifra erogata dall’Inps, verrà solamente rimborsata la rata dell’asilo nido.

Il Bonus copre il pagamento della retta, il bollo e il costo dei pasti relativi alla mensilità.