auto elettriche
Le auto elettriche vendute in Italia sono soltanto il 4,2% del mercato totale. Per questo il ministero delle imprese e del Made in Italy si prepara a varare una serie di incentivi. Gli operatori di mercato in realtà temono che l’aver annunciato gli incentivi possa scoraggiare gli acquirenti dall’acquisto, in un momento in cui il mercato dell’auto è in crescita, ma per i motori tradizionali.

Come è stato il 2023 per l’automotive 

L’anno appena concluso ha visto 1.566.448 immatricolazioni di auto, il 18,96% in più del 2022. Un dato apparentemente positivo, ma come evidenzia il Centro Studi Promotor in realtà si registra «un calo del 18,3% sul 2019, cioè sull’anno precedente la pandemia e tutti gli altri eventi negativi che l’hanno accompagnata. In assoluto, rispetto al 2019, nel quadriennio 2020-2023 sono state immatricolate 1.944.794 auto in meno. A dicembre sono state vendute 111.136 con una crescita del 5,9% sullo stesso mese dell’anno precedente. Gli incentivi allo studio del governo nel caso delle vetture «full electric» partono da 6.000 euro e arrivano a 13.750, se si rottama un’auto Euro2 e si ha un Isee sotto i 30 mila euro, mentre l’aiuto per l’acquisto di un veicolo ibrido va da 4 a 10 mila euro, e quello per un’auto a basse emissioni dai 1.500 ai 3.000 euro. Pur non essendo numeri ufficiali si tratta di cifre contenute in una bozza lavoro, che prevede una spesa di  930 milioni, sommando 570 milioni di nuovi fondi per l’automotive e quanto rimane non speso dei vecchi incentivi. L’intervento riguarda anche veicoli commerciali, taxi e noleggi a lungo termine. Per il leasing sono previsti 50 milioni.

Le auto italiane sono troppo vecchie 

Il principale obiettivo di questo intervento è il rinnovo del parco auto italiane, che oggi risulta datato. Ci sono 11 milioni di vetture Euro 3 o inferiori alle euro 2. L’altro nodo da affrontare è quello del sostegno e supporto alle famiglie meno abbienti e infine c’è la necessità di stimolare l’acquisto di auto prodotte in Italia per rilanciare il mercato.

Come funzioneranno i bonus per le auto elettriche 

Tra gli interventi previsti dal governo c’è anche quello di fissare un tetto al costo massimo dell’auto acquistata, che sarà di 35 mila euro per le elettriche e le endotermiche e 45 mila euro per le ibride (Iva esclusa). I contributi, poi, saranno raddoppiati per i vincitori del concorso straordinario per le licenze di taxi e Ncc e per i tassisti che decideranno di sostituire il vecchio veicolo.