Scegliere di intraprendere il percorso verso la certificazione della parità di genere significa impegnarsi a recepirne tutti i princìpi articolati sull’intero percorso professionale delle persone in azienda, fin dal momento del recruiting. L’obiettivo è quello di garantire pari opportunità di carriera, pari trattamento economico, condizioni di work-life balance adeguate alle diverse fasi di vita e proattive nel riequilibrio dei carichi familiari tra uomini e donne, nonché un ambiente di lavoro che rifiuti stereotipi, discriminazioni, ogni forma di abuso fisico, verbale, digitale e proponga invece una cultura della diversità e dell’inclusione. E chi è in prima linea nel mondo del lavoro ha sulle spalle una responsabilità ancora più grande: quella di dare il buon esempio.

Così, Openjobmetis SpA – prima e unica Agenzia per il Lavoro quotata in Borsa Italiana – ha ottenuto la certificazione del sistema di gestione per la parità di genere Uni/PdR 125:2022 rilasciata da Certiquality, l’ente di certificazione leader di mercato. Un importante traguardo che conferma l’impegno che il Gruppo, con tutte le sue società controllate, persegue da anni: quello di promuovere una cultura orientata alla gender equality.

«La parità di genere è un valore per l’impresa e un motore di crescita economica – commenta Rosario Rasizza, amministratore selegato di Openjobmetis. – Un pieno riconoscimento del talento indipendentemente dalle identità di genere, infatti, è un elemento fondamentale nello sviluppo delle realtà aziendali. Questa certificazione ci spinge ad impegnarci ancora di più nell’attuazione di principi che sono elementi costitutivi della nostra vision e fattore strategico di crescita del capitale umano».

«La certificazione della parità di genere è per noi il riconoscimento di un percorso che abbiamo intrapreso oramai da anni all’interno del Gruppo Openjobmetis anche con l’introduzione di specifiche politiche di gender equality e che, proprio grazie alle linee guida della Uni/PdR 125:2022, sarà ancor più strutturato e prioritario – aggiunge Marina Crespi, Ci impegniamo tutti i giorni per creare un contesto lavorativo che valorizzi le persone, la leadership e l’empowerment femminile e pensiamo che sia una responsabilità collettiva e non solo di Gruppo. Per questo il nostro coinvolgimento sui temi della parità di genere va oltre la nostra realtà aziendale: siamo attivi in associazioni e gruppi di lavoro a favore di iniziative contro la violenza sulle donne e per il sostegno alla genitorialità».

Il percorso di certificazione intrapreso, per il quale Openjobmetis è stata seguita da Distese srl e Fieldfisher Italia, è stato particolarmente articolato e ha comportato una “valutazione di gruppo” che implica che tutte le società che ne fanno parte abbiano raggiunto gli standard previsti.

Gli elementi particolarmente qualificanti sono stati la presenza femminile anche in ruoli apicali – il 78% dell’intero organico aziendale è costituito da donne – le rigorose policy aziendali di prevenzione di ogni forma di discriminazione e molestia, la formazione di tutto il personale sui temi della diversity, equity & inclusion, le misure di welfare aziendale adottate, tra cui i progetti a sostegno della genitorialità e del work-life balance che hanno portato alla recente introduzione del programma WoW-Parental edition. WoW è l’acronimo di Welfare Openjobmetis Well-Being. WoW di nome e di fatto.