La dotazione di Yale ha ottenuto un rendimento degli investimenti dello 0,8%, al netto delle commissioni, per l’anno conclusosi il 30 giugno 2022, guadagnando 266 milioni di dollari in guadagni sugli investimenti. Dopo 1,6 miliardi di dollari di spese distribuite al bilancio operativo, il valore della dotazione è diminuito da 42,3 miliardi di dollari al 30 giugno 2021 a 41,4 miliardi di dollari al 30 giugno 2022.

“In un anno così volatile per i mercati finanziari mondiali, siamo lieti di aver protetto il capitale di Yale”, ha dichiarato Matt Mendelsohn, Chief Investment Officer di Yale. “Detto questo, ci aspettiamo tempi difficili in futuro, poiché l’aumento dei tassi di interesse, l’inflazione e l’ambiente geopolitico rappresentano forti venti contrari”.

Sostenuta dal fondo di dotazione

Il fondo di dotazione fornisce un sostegno fondamentale a Yale. È gestita per fornire un flusso costante di entrate al bilancio operativo dell’università, preservando al contempo il potere d’acquisto per le generazioni future. Per raggiungere questo obiettivo, la dotazione investe con un orizzonte temporale lungo e l’università bilancia le esigenze di spesa corrente con il sostegno alle sue priorità a lungo termine.

La spesa proveniente dal fondo di dotazione è la più grande fonte di entrate per Yale e sostiene una politica di ammissione globale senza necessità, la recente espansione del corpo studentesco, un’iniziativa in corso per l’eccellenza e la diversità dei docenti, gli ambiziosi sforzi di sostenibilità dell’università, i forti investimenti nella scienza e nell’ingegneria e molte altre espressioni critiche della missione di Yale. Negli ultimi dieci anni, l’università ha speso 12,7 miliardi di dollari dalla dotazione. Nel decennio precedente, la spesa totale era stata di 7,9 miliardi di dollari. Negli ultimi 10 e 20 anni, le distribuzioni della dotazione al bilancio operativo sono aumentate a tassi annualizzati rispettivamente del 4,7% e del 6,9%. Per l’anno fiscale 2023 si prevede una spesa di 1,7 miliardi di dollari, pari al 34% del bilancio operativo.

La dotazione è strutturata per sostenere l’università in perpetuo. Yale persegue una strategia di investimento volta a raggiungere i propri obiettivi attraverso un’attenta considerazione del rischio e del rendimento tra le varie classi di attività, tra cui azioni pubbliche, alternative negoziabili, leveraged buyout, capitale di rischio e attività reali, e attraverso un’accurata selezione di gestori esterni all’interno di tali classi di attività.

Ottimi rendimenti

Questa strategia d’investimento ha prodotto eccellenti risultati a lungo termine. Nel decennio conclusosi il 30 giugno 2022, la dotazione di Yale ha reso il 12,0% annuo, superando il rendimento medio decennale delle dotazioni di college e università di circa il 3,4% annuo. Nei 20 anni che terminano il 30 giugno 2022, la dotazione di Yale ha reso l’11,3% annuo, superando il rendimento medio ventennale delle dotazioni di college e università di circa il 3,5% annuo.