Wetaxi
Massimiliano Curto, Ceo Wetaxi

Translator

 

Wetaxi, partner tecnologico dei radiotaxi italiani e prima piattaforma in Italia ad aver introdotto il taxi condiviso e la Tariffa Garantita, dopo essere stata selezionata come MaaS Operator a Milano, Roma e Torino, compie un ulteriore e fondamentale passo avanti verso la mobilità sostenibile. Da oggi, grazie a un accordo con RideMovi – azienda italiana leader nel settore della mobilità condivisa – sarà possibile noleggiare direttamente dall’app Wetaxi oltre 16.000 biciclette muscolari, eBike ed eScooter in 15 città, tra cui Milano, Torino, Bologna, Firenze e Venezia.
Da oggi gli utenti Wetaxi, nel pianificare un tragitto per raggiungere una destinazione, possono facilmente visualizzare in app Wetaxi le biciclette muscolari, eBike, eScooter RideMovi presenti nelle vicinanze e prenotarle direttamente con un clic.
“Siamo molto orgogliosi di questa partnership con RideMovi – precisa Massimiliano Curto, CEO di Wetaxi – un altro tassello che dimostra la nostra voglia di costruire eco-sistemi di mobilità che permettono di dare ai nostri utenti sempre più opzioni di trasporto green, alternative all’auto privata. Da oggi, dunque, all’interno della nostra applicazione i servizi di sharing mobility vengono ulteriormente potenziati, arrivando in totale a 33.000 veicoli condivisi e 18 città coperte dai servizi di noleggio”.
“Siamo entusiasti di unirci a Wetaxi – racconta Alessandro Felici CEO di RideMovi – per costruire insieme un futuro sempre più tecnologico e sostenibile. Siamo certi che la collaborazione tra RideMovi e Wetaxi avrà un impatto importante e potrà semplificare gli spostamenti delle persone incentivando una mobilità intelligente. Grazie a Wetaxi il nostro servizio di micromobilità sarà ulteriormente integrato e faciliterà gli spostamenti urbani delle persone rendendo le città sempre più sostenibili, più vivibili e con un aumento della qualità della vita”.
Innovare il trasporto urbano grazie al trasporto pubblico e alla mobilità condivisa: ecco la ricetta di Wetaxi. A partire dall’estate 2023 la piattaforma ha puntato all’ampliamento dei propri servizi integrati in app per dare un’offerta sempre più completa ai propri utenti: per primo è arrivato il servizio treno grazie all’accordo con Trenitalia, poi il pagamento della sosta in oltre 400 comuni e il trasporto pubblico locale con i biglietti per i bus, tram e metro, grazie alla collaborazione con GTT, ATM e ATAC. Infine la mobilità condivisa, con oltre 33.000 veicoli disponibili tra biciclette, auto elettriche e monopattini, grazie alla partnership con diversi operatori della “sharing mobility” tra cui RideMovi, Zity, Dott e Voi.
“Passo dopo passo – aggiunge Massimiliano Curto – stiamo costruendo una piattaforma di mobilità sempre più completa, che possa diventare un punto di riferimento per i nostri utenti. Vogliamo rispondere con efficacia ogni giorno ai bisogni di mobilità dei nostri clienti: con il servizio taxi, cuore della nostra piattaforma, e con l’integrazione di più servizi complementari. In questo modo crediamo sia possibile trasformare la mobilità e il modo di vivere le nostre città, per renderle sempre più sostenibili”.