Visibilia
Daniela Santanchè, ministro del Turismo

Santanché & friends salvano Visibilia. La proposta di copertura delle perdite e aumento di capitale sociale, a favore di Visibilia, la società un tempo proprietà diretta del ministro Daniela Santanchè, che ha una perdita superiore al terzo del capitale sociale (e quindi al di sotto del minimo legale), secondo la situazione patrimoniale approvata dall’amministratore giudiziario al 31 dicembre, arriva per l’80% circa da una società di sua proprietà. Dei sei milioni totali che arrivano in soccorso al gruppo Visibilia, 4,5 verranno versati da Athena Pubblicità (che ha un fatturato di quasi tre milioni di euro), il cui amministratore unico è Paolo Concordia, già collaboratore del ministro del turismo in Visibilia. Concordia era colui, che tra le altre cose si occupava dei pagamenti.

Visibilia, ecco chi sono i veri salvatori di Santanché

Athena Pubblicità ha tra i propri soci Daniela Garnero Santanché, ma anche l’Immobiliare Dani (che possiede una quota di Visibilia), che ha sede nella stessa via e nello stesso civico della Santanché. Tra le operazioni che ha effettuato in passato c’è l’ingresso con 105 milioni di euro in Bioera, ma soprattutto fino a prima che Santanché diventasse ministro deteneva il 22% delle quote del Twiga, il noto locale della Versilia. Fino al 2020 Immobiliare Dani era controllata interamente da Santanché. Il terzo proprietario è un’altra società nota Alevi srl, che già in passato era intervenuta in salvataggio di Daniela Santanché. In questo caso la proprietaria è Paolo Ferrari, la giornalista Rai, sposata con Marco Debenedetti, figlio dell’ingegner Carlo Debenedetti, editore del giornale vicino alla sinistra Domani. Non è una novità questa amicizia, perché la stessa Ferrari non ha fatto mistero in passato di avere simpatie destrorse. Più che simpatie vicinanze, visto che nella stessa via e numero civico di Roma, dove ha il recapito Alevi, c’è la sede di Forza Italia. Dell’azienda fa parte anche Lorenzo Mazzaro con il titolo di procuratore speciale. Si tratta del figlio della stessa Daniela Santanché e dell’imprenditore Canio Lorenzo Mazzaro. Spesso i famigliari hanno avuto ruoli nell’azienda. Al compagno Dimitri Kunz, quando divenne ministro lasciò la guida di Visibilia e cederà poi le quote a Luca Reale Ruffino, che nel marzo del 2023 diventerà presidente del CdA di Visibilia Editore. Tuttavia ad aprile la Santanchè tramite la sua Immobiliare Dani srl costituisce la Ldd Sas, partecipata insieme al compagno Kunz e al figlio Lorenzo Mazzaro, che si occupa della gestione del Twiga e di ripianare i debiti di Visibilia grazie al 3,5% del fatturato annuo della Twiga srl

LEGGI ANCHE: Visibilia, approvata una proposta di copertura delle perdite da 6 milioni