Monte dei Paschi piano industriale

Il VI Congresso nazionale di UNISIN (UNITÀ SINDACALE FALCRI-SILCEA- SINFUB), il sindacato autonomo dei Settori credito ed esattorie, aderente alla CONFSAL, si è concluso con l’elezione dei componenti del nuovo Direttivo, della Segreteria Nazionale e del Segretario Generale.

LEGGI ANCHE: Bancari: i sindacati autonomi alle prese con la svolta digitale

La transizione digitale al centro del dibattito 

La relazione presentata dal segretario generale riconfermato Emilio Contrasto ha affrontato, i temi del Settore, riprendendo e ampliando gli argomenti riassunti, in parte, anche dal titolo congressuale: «Diritti, tutele, prospettive per affrontare le sfide del futuro. Etica, equità e professionalità del lavoro bancario nell’epoca della transizione digitale».

Particolare interesse e partecipazione ha registrato il dialogo, ricco di idee e proposte, su “Etica, equità e professionalità del lavoro bancario nell’epoca della transizione digitale” tra Cesare Damiano, già Ministro del Lavoro e componente del Consiglio di Amministrazione INAIL, Romina Mura, Presidente della XI Commissione Lavoro della Camera dei deputati ed Emilio Contrasto, Segretario Generale UNISIN/CONFSAL. Il congresso si è concluso con la riconferma, alla guida dell’Organizzazione, di Emilio Contrasto che aveva assunto la carica per la prima volta nel novembre 2013.

La nuova Segreteria Nazionale di UNISIN eletta oggi è composta da Emilio Contrasto (Segretario Generale), Sergio Mattiacci, Pietro Pisani e Gabriele Slavazza (Segretari Generali Aggiunti), Alessandro Casagrande, Valerio Fabi, Stefano Giuliano, Francesco Grandine, Massimiliano Lanzini, Mauro Mascetti, Ezio Sala Tenna, Domenicantonio Valentini e Tommaso Vigliotti (Segretari Nazionali). 

«Sono molto felice che il lavoro e lo sforzo compiuto nel corso di questi anni particolarmente difficili e complessi siano stati riconosciuti e ringrazio tutti i delegati per la fiducia che ci è stata ancora confermata – afferma Emilio Contrasto, rieletto Segretario Generale di UNISIN/CONFSAL. In un panorama socioeconomico nazionale ed internazionale di grande preoccupazione per il futuro delle Lavoratrici e dei Lavoratori e – più in generale – delle persone, poter contare sulla continuità della linea sindacale e gestionale per un’Organizzazione è importante. UNISIN  proseguirà incessantemente nel suo impegno per intercettare e “governare”, unitamente alle altre Organizzazioni sindacali del Settore, i processi di transizione digitale in corso e le nuove sfide che il Settore e l’intero nostro Paese si troveranno ad affrontare, anche alla luce del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e sempre in una prospettiva europea ed europeista. Grandissima rilevanza avrà, quindi, l’imminente avvio del percorso di rinnovo del contratto collettivo nazionale di Settore, che dovrà essere ristrutturato e consolidato al fine di poter effettivamente tutelare la Categoria e governare il cambiamento alla luce dei profondi mutamenti dei processi industriali che stiamo vivendo all’interno delle Banche».

.