Rosario Caputo, Amministratore Unico IBG SpA

UniCredit sceglie di sostenere la crescita di IBG SpA, un’azienda campana leader nel settore del food and beverage, guidata dall’imprenditore Rosario Caputo, che produce e distribuisce nel Mezzogiorno d’Italia, in esclusiva su licenza di PepsiCo New York, i prodotti a marchio Pepsi e tutte le bevande Neri, storico brand italiano commercializzato in Italia e all’estero. La banca ha sottoscritto un minibond da 7 milioni di euro, durata 7 anni, finalizzato a sostenere gli investimenti previsti dal Piano Industriale 2021-2025, basato su strategie di efficientamento produttivo, tecnologico ed informatico.

Un’eccellenza produttiva italiana

IBG SpA ha la sede commerciale a Caserta e quella produttiva nello stabilimento di Buccino, in provincia di Salerno, dove lavorano gran parte dei 120 dipendenti dell’azienda e dove produce e commercializza le bevande Pepsi, Gatorade, The Lipton e Looza e tutti i prodotti a marchio Neri (brand di proprietà), quali Chinotto, Aranciosa, Limoncedro, e Gassosa. Dal 2017, l’Azienda è attiva anche nel segmento Food con la commercializzazione, in tutto il Sud Italia, degli snack Lay’s che sono tra i più venduti al mondo.  Sotto la guida di Rosario Caputo ha conosciuto negli anni una crescita costante che l’ha portata dai circa 7 milioni di euro di fatturato degli anni ‘90 a superare i 110 milioni. L’azienda nella sua area, il Sud Italia, detiene una quota di mercato, certificata IRI, di circa il 35%, con punte in Campania del 48% e del 58% nell’area metropolitana di Napoli. Ciò rende l’azienda un partner strategico per PepsiCo ed è tra i pochi bottler europei con contratti decennali.

Obiettivi ambiziosi in chiave ESG

Con l’emissione del prestito obbligazionario, IBG SpA, grazie al supporto di Nativa in qualità di Sustainability Advisor, si è data obiettivi in chiave ESG significativi e ambiziosi legati, in ambito ambientale, al miglioramento del packaging primario, incrementando nei prossimi tre anni fino al 30% la percentuale di plastica riciclata delle bottiglie prodotte e commercializzate dalla IBG e, in ambito sociale, pervenendo alla certificazione di un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro conforme alla norma ISO 45001. Infine nell’ ambito della propria governance, IBG si è data obiettivi legati all’evoluzione dell’azienda in una Società Benefit, integrando nel proprio oggetto sociale non solo obiettivi di profitto, ma anche di impatto positivo sulle persone e sull’ambiente.

Caputo: «Responsabilità sociale valore irrinunciabile»

L’operazione rientra nel “Bond Food Mezzogiorno”, il primo programma di emissione di minibond lanciato da UniCredit per finanziare i piani di sviluppo di medio-lungo termine legati alla crescita sostenibile e internazionale delle imprese del Mezzogiorno appartenenti al settore agroalimentare. «Con questa operazione – spiega Annalisa Areni, Responsabile per il Sud di UniCredit Italia – supportiamo concretamente i piani di crescita e sviluppo di una realtà del Mezzogiorno che si è negli anni distinta per capacità di innovazione ed è da sempre attenta alla salvaguardia dell’ambiente puntando su una produzione ecosostenibile». «Per la nostra azienda – aggiunge Rosario Caputo, Amministratore unico di IBG SpA – la qualifica di società benefit rappresenta un target prioritario per essere un modello di sviluppo economico sostenibile. Una scelta che riflette gli sforzi che intendiamo profondere nel supportare i principi dell’Agenda 2030, assumendoci la responsabilità di promuovere presso i nostri stakeholder una sempre maggiore coscienza in materia di responsabilità sociale. Attraverso lo status di società benefit orienteremo le scelte di investimento anche verso politiche di rilevanza sociale, impegnandoci a rafforzare i temi legati ai criteri ESG e con particolare attenzione a quelli del welfare aziendale e al rispetto della comunità in cui opera IBG SpA».