I documenti pubblicati lunedì hanno rivelato che Keith Gill, alias “Roaring Kitty”, famoso per la frenesia commerciale di GameStop, ha fatto incetta di prodotti per animali domestici presso il rivenditore di e-commerce Chewy.

Gill si è riempito le tasche con una partecipazione del 6,6% in Chewy, diventando così il terzo azionista della società. La quota è valutata ben 245 milioni di dollari, in base al prezzo di chiusura delle azioni di Chewy di venerdì. Fedele alla sua reputazione di anticonformista dei social media, Gill ha diffuso la notizia su X (ex Twitter) pubblicando giovedì un cane che assomiglia al logo di Chewy. Gli investitori hanno già visto i suggerimenti di Gill dare i loro frutti in passato, come nel caso di GameStop, e inizialmente hanno fatto salire le azioni del 35% lo stesso giorno.

Il seguito di culto di Gill è stato richiamato dal suo ritorno sui social media dopo due anni di silenzio. E questa presenza è sostenuta dai libri contabili: Gill possiede circa 450 milioni di dollari di azioni di GameStop e Chewy, pari a circa nove milioni di azioni per ciascuna di esse. Si dà il caso che l’attuale CEO di Gamestop sia stato anche il fondatore e CEO di Chewy.

Le azioni di Chewy hanno chiuso venerdì a 27 dollari, un prezzo ragionevole sulla base degli utili dell’azienda. Ma è probabile che ora il titolo diventi molto più volatile. Il suo prezzo dovrebbe salire se i fedeli seguaci di Gill lo imitano, e sembra che più di qualche investitore abbia già intascato i suoi profitti. Un esempio su tutti: Le azioni di Chewy hanno aperto al rialzo lunedì, ma da allora sono scese al 5% in meno rispetto al prezzo di chiusura di venerdì. Ricordiamo inoltre che Gill ha la reputazione di giocare con gli hedge fund, spingendo un’azione e costringendo gli investitori più danarosi a coprire le loro scommesse negative acquistando altre azioni.