È estate e in spiaggia e alla radio tornano i tormentoni, quelle canzoni che a furia di sentirle è impossibile non canticchiarle. Va così da sempre in Italia, come all’estero, con i motivetti estivi che segnano i ricordi e i bei momenti delle giornate estive, passate al mare con la famiglia e gli amici. Nell’estate 2022 sono molte le canzoni che si contendono il titolo di tormentone della stagione: da Jovanotti con la sua Sensibile all’estate a Tropico aka Davide Petrella insieme a Cesare Cremonini e Fabri Fibra con Contrabbando fino ad arrivare al trio composto da Fedez, Tananai a Mara Sattei con La Dolce Vita. C’è n’è più o meno per tutti gusti, anche se non si può non notare come negli ultimi anni il settore della musica sia notevolmente cambiato rispetto al passato. Non si producono più dischi, ma singole canzoni che porteranno vantaggi all’autore attraverso il numero di streaming sulle piattaforme di diffusione musicale. Cerchiamo allora di capire quanto si guadagna in streaming e quali sono i cantanti più ricchi in Italia.

Cantanti più ricchi in Italia

Iniziamo dal rispondere alla prima delle nostre due domande, ovvero quanto guadagnano i cantanti con lo streaming. È importante dire, in tal senso, che ogni servizio di streaming musicale ha un suo pay per stream, ovvero un quantitativo che viene corrisposto all’autore in base al numero di stream ottenuti. Spotify, ad esempio, paga circa $0,003 per ogni stream, ovvero $3 ogni 1000 ascolti. Apple Music paga decisamente di più, con una media di $0.01 per stream (1000 ascolti portano a circa $10), ma si avrà a che fare con un’utenza potenziale inferiore, visto il minor numero di iscritti alla piattaforma rispetto a Spotify.

Va poi precisato che le cifre sopra riportate non rappresentano il guadagno effettivo dell’artista. Le somme risentono infatti di un ribasso dovuto al fatto che per caricare i propri contenuti in piattaforma, i creator sottoscrivono un contratto che prevede delle trattenute da parte del distributore. Le royalties pagate da Spotify, Apple Music e le altre piattaforme, agli artisti subiscono dunque una detrazione che va dal 10% al 40%.

Ma chi sono allora i cantanti italiani più ricchi? Diciamo subito che la classifica generale non risente dell’impatto dello streaming e, infatti, molti degli interpreti in graduatoria non sono protagonisti dell’attuale scena musicale italiana. In vetta alla classifica stilata da Conto corrente online c’è Laura Pausini, che ha all’attivo oltre 70milioni di dischi venduti, seguita da Umberto Tozzi, che è arrivato a quota 80 milioni. Le royalties dei loro pezzi più famosi conferirebbero ai due una elevata remunerazione, con la Pausini che potrebbe vantare anche un discreto pubblico all’estero. A seguire troviamo Andrea Bocelli, i Pooh, Patty Pravo, Mina e Adriano Celentano.