Il gigante cinese dei giochi Tencent ha registrato mercoledì scorso la più lenta crescita trimestrale dei ricavi. Il gruppo rappresenta un’eccezione tra le aziende tecnologiche cinesi, essendo per ora sfuggito all’attacco altrimenti spietato del governo al settore. Ma è rimasto comunque scottato dalle conseguenze: i ricavi pubblicitari online dell’azienda sono scesi del 18% nell’ultimo trimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, perchè le aziende direttamente colpite – come le società di ripetizioni online e le assicurazioni – hanno ridotto la loro spesa pubblicitaria. Anche ByteDance, proprietaria di TikTok, non ha aiutato. Come se non bastasse, la crescita della divisione giochi di Tencent si è praticamente bloccata, in attesa che le autorità di regolamentazione approvino l’uscita di nuovi giochi. Questo ha fatto sì che i ricavi complessivi dell’azienda siano cresciuti solo dello 0,1% – il più piccolo incremento da quando si è quotata in borsa 18 anni fa.

Il minor incremento dalla quotazione in borsa 18 anni fa

Tencent è ancora la società cinese di maggior valore, ma il suo valore di mercato si è più che dimezzato, passando dai circa 930 miliardi di dollari del febbraio 2021 agli attuali 450 miliardi. Si tratta di un’inversione di tendenza piuttosto pronunciata, se si considera che per anni è stata una delle aziende con la crescita più rapida al mondo. Le cose vanno così male, infatti, che ora sta crescendo più lentamente persino delle società di servizi pubblici: le prime dieci aziende di questo settore notoriamente letargico sono cresciute in media dell’8,6% a trimestre lo scorso anno.

Questa settimana il governo cinese ha dichiarato che si impegnerà a fondo per sostenere le sue aziende tecnologiche, il che ha aiutato l’indice che tiene conto di alcune delle più grandi del Paese a salire questa settimana. Perché abbia scelto proprio ora – nel momento in cui la sua economia ha iniziato a perdere colpi – di avvicinarsi al più grande motore della sua crescita economica nell’ultimo decennio, è un mistero.