Francesco Gerla, managing partner e Marco Carlizzi, PhD di RSM Studio Tributario e Societario

La frase chiave è “mid market internationally active”: perché è già profondamente internazionalizzato il cluster delle imprese italiane clienti che oggi assorbono il 95% delle competenze e delle risorse professionali di Rsm Studio Tributario e Societario. È questo, non a caso, il nuovo nome dello Studio professionale affiliato ad Rsm International, sesto network al mondo tra i giganti dei servizi di audit-tax-consulting alle imprese. Dal primo gennaio 2022 infatti Rsm Studio Palea Lauri Gerla ha cambiato denominazione ed è diventato Rsm Studio Tributario e Societario. Ma non solo un cambio di nome, molto di più: una sorta di patto d’onore per la migliore assistenza alla media impresa operante in Italia ma attiva nei mercati internazionali. «Sì, abbiamo deciso di imprimere un’ulteriore accelerazione a quelle che sono state da sempre le linee guida del progetto che ormai dieci anni fa avevamo scritto con convinzione – spiega Francesco GerlaAl centro, c’è più che mai il modello dell’impostazione internazionale che avevamo già individuato in questa formula, la migliore per rispondere alle esigenze di una clientela che è ormai molto internazionalizzata anche quando si limita ad esportare dall’Italia: perché ha comunque bisogno di interagire in inglese, con una contrattualistica internazionale molto diversificata, e trae estremo vantaggio dal poter contare sulle competenze specialistiche di professionisti che operano in 123 Paesi diversi». Appunto il network Rsm International.

IL 95% DELLE IMPRESE CLIENTI DI RSM STUDIO TRIBUTARIO E SOCIETARIO È GIÀ PROFONDAMENTE INTERNAZIONALIZZATO

Di qui il segnale forte: superare la denominazione originaria che includeva i cognomi dei soci fondatori, adottare senza riserve quella di network ed enfatizzare la connotazione specialistica: «Non è stata una scelta epica, o romantica. È stata lucidamente manageriale e strategica – spiega Marco Carlizzi – come è stata la decisione di adottare una struttura impostata per service line, sorretta da partner dedicati e da soggetti professionali responsabili della crescita delle competenze. La riuscita di un progetto di questo tipo deriva essenzialmente dalle capacità delle risorse professionali che vengono coinvolte, e con nomi storici e nazionali rappresentati nella ragione sociale era chiaramente più difficile affermare quell’identità di network che sola garantisce il soddisfacimento di bisogni di servizi professionali che il mercato oggi richiede». Di qui la decisione di eliminare i nomi dei soci fondatori pur senza dimenticare le proprie origini, dando la massima e più integra rilevanza alla progettualità del brand Rsm anche nel percepito: «Un brand che evoca un grande contenuto di competenze e la massima capacità di fornire soluzioni che creano valore», puntualizza Francesco Gerla: «Per questo abbiamo ritenuto che il cambio di denominazione fosse una sorta di ‘atto dovuto’, un adeguamento ai tempi e al contesto attuale del mondo della professione».

Ma questa non è stata l’unica decisione importante presa a cavallo di anno. Infatti, chiarisce Marco Carlizzi «al fine di dirigersi verso un modello di Studio che si riveli immediatamente pronto e adatto a raccogliere le sfide del futuro, abbiamo deciso di scorporare alcuni servizi specialistici, tra cui quelli legali, creando così una struttura associativa e societaria perfettamente plasmata sui nostri obiettivi». «All’interno di una progettualità di network così identitaria e forte – e tenendo conto che Rsm non è un network focalizzato sui servizi legali, ma più sulla revisione, il tributario, contabile e consulenziale – sì è reputato opportuno distinguere e proporre nitidamente sul mercato una struttura che fosse riccamente connotata da competenze di natura legale, soprattutto in materia di Operazioni di M&A, contrattualistica, Modelli 231 e contenzioso societario, e

dunque capace di completare la rosa dei servizi offerti al cliente anche su questo fronte», specifica Fabio Lonardo. «Per questo – chiosa Marco Carlizzi – all’interno del network abbiamo deciso di rappresentare l’anima legale di una società di consulenza seguendo anche la scia delle altre Rsm Member Firms che nel mondo hanno fatto o stanno facendo la medesima scelta».

Inoltre la struttura è anche importante per reclutare sul mercato professionale i migliori talenti: «Per attrarre oggi un bravo commercialista o un bravo avvocato entrando nelle sue logiche e intercettando le sue aspirazioni occorre posizionarsi sul mercato nel modo giusto, ragionando sulla base di legal entity specializzate per macro aree di attività, a volte addirittura con strutture ad hoc per avere politiche remunerative diverse…», sottolinea Francesco Gerla. Di qui lo scorporo da Rsm Studio Tributario e Societario dei servizi legali, che viaggia in parallelo con la denominazione di Rsm Legal Italia Società tra Avvocati a r.l.

Altre service-line di pregio che rientrano nell’area professionale di Rsm in Italia, a loro volta sviluppate da entità specifiche, sono quelle relative alle attività di M&A advisory e di Accounting. La mission di Rsm Italy M&A Advisory è evidente e si colloca all’incrocio di un mercato in crescita galoppante che risponde proprio alle esigenze del mid market a vocazione internazionale e che richiede competenze trasversali fiscali, legali e negoziali.

PER UN’IMPRESA INTERNAZIONALIZZATA L’ADVISOR NATURALE È UNO STUDIO PROFESSIONALE INCARDINATO IN UN NETWORK INTERNAZIONALE

La mission di Rsm Italy Accounting è invece quella di fornire in modo professionale servizi di full outsourcing amministrativo / contabile / fiscale, di cui tipicamente hanno bisogno gli operatori internazionali quando entrano nel mercato italiano, ma che sono sempre più apprezzati dai gruppi nazionali ed internazionali che scelgono questa soluzione all’alternativa più onerosa di creare un reparto amministrativo contabile interno. Anche verso clienti grandi o grandissimi, come ad esempio – recentemente – un grande gruppo bancario di rilevanza più che nazionale che per una sua branch ha soddisfatto con Rsm Italy Accounting la propria esigenza di mantenere le scritture contabili su un sistema informatico e regolatorio centralizzato nella country della capogruppo ma in modalità compatibile con l’Italia.

Dunque il quadrilatero dei servizi professionali di Rsm in Italia si compone con grande chiarezza e funzionalità, a valle di questo riassetto, e con una grande forza di brand. «Sotto Rsm Studio Tributario e Societario si collocano, come detto, Rsm Legal per i servizi legali, Rsm Italy M&A Advisory per i servizi di deal generation e transaction support, ed Rsm Italy Accounting per l’outsourcing amministrativo contabile, e queste quattro entità si affiancano poi a Rsm Società di revisione ed organizzazione contabile S.p.A. per i servizi di audit, assurance e consulting, e a Rsm Italy Corporate Finance Srl, completando così l’offerta di servizi rivolti alla clientela italiana ed internazionale “mid market internationally active”», sottolinea Marco Giuliani.

«Nel nostro network internazionale il livello delle competenze è molto alto e continuamente rafforzato e aggiornato anche nei singoli gruppi tematici esistenti a livello di mondo (come ad esempio i gruppi Tax, Legal, Real Estate, Restructuring, M&A, Financial DD, Innovation and technology). Il framework dei lavori, molto ambizioso. Le prospettive del mercato italiano – concludono Francesco Gerla e Marco Carlizzici dicono che ci sarà una graduale razionalizzazione a discapito degli attori magari competenti ma non abituati al lavoro internazionale e ad un approccio multidisciplinare. Tanto più che il nostro Paese è senza dubbio una piazza attrattiva per gli investitori internazionali. Se facciamo una immaginaria fotografia del mercato nel 2026, lo vediamo chiaramente molto più di oggi presidiato da grandi aziende internazionali, anche nel nostro settore. E dunque, per una media azienda internazionalizzata, quale sarà l’advisor naturale, uno studio locale – pur se grande e qualificato ma privo di presenze all’estero – o uno studio professionale incardinato in un grande network internazionale specializzato e multidisciplinare?».