Tasse: il 70% degli italiani ha paura della dichiarazione dei redditi

La Dichiarazione dei Redditi manda ancora in crisi gli italiani, e non soltanto perché si parla di tasse: a “spaventare” i contribuenti al momento della Dichiarazione dei Redditi, infatti, non è tanto il peso fiscale, quanto il processo stesso di compilazione, che rappresenta un motivo di confusione per 7 italiani su 10.

A rivelare come la burocrazia legata alle tasse, con il suo carico di perdite di tempo e complicati cavilli da comprendere, spaventi gli italiani, è un’indagine condotta su 1000 utenti da Taxfix (www.taxfix.it), la piattaforma che – appunto – ha l’obiettivo di semplificare l’ostico mondo di tasse e imposte grazie a un’app che permette di fare la Dichiarazione dei Redditi dallo smartphone o da PC e all’aiuto, online, di un team di esperti fiscali.

E, stando ai risultati della ricerca di Taxfix, sembra proprio che l’insicurezza in materia di educazione fiscale e finanziaria sia il fattore che più preoccupa gli italiani, con un buon 70% del campione che dichiara di essere scoraggiato di fronte alla documentazione necessaria da allegare alla Dichiarazione dei Redditi, motivando la scelta affermando di non sapere quali documenti siano richiesti (41%), di aver ricevuto indicazioni poco chiare su cosa è necessario (28%) o perché non sa dove reperirli (22%). 

Ma c’è di più: interrogati sulle sensazioni predominanti che attribuiscono al momento della compilazione della Dichiarazione dei Redditi, il 54% ha descritto di sentire “il rischio di fare errori e non rispettare le richieste normative”, mentre il 53% si sente “disorientato dalla complessità del processo”. Un 40%, infine, è preoccupato dal tempo necessario per occuparsi degli adempimenti fiscali che possono in effetti – secondo il sondaggio – richiedere fino a 48 ore di tempo effettivo per essere portati a compimento.

“Sappiamo che la burocrazia italiana, e in particolare quella legata alle questioni fiscali, può essere migliorata, ma è stato significativo e in parte inaspettato scoprire che la compilazione della Dichiarazione dei Redditi sia considerata ancora un’esperienza così stressante dagli italiani – commenta Matteo Stifanelli, Country Manager per l’Italia di Taxfix – Siamo convinti che, oltre alle soluzioni tradizionali come il CAF, ci sia spazio per un’alternativa che sfrutti il digitale per velocizzare e semplificare il processo. L’app di Taxfix è nata per questo: rendere più semplice il rapporto delle persone con le tasse grazie alla tecnologia, senza rinunciare all’aspetto consulenziale e “umano” di un team di esperti fiscali sempre pronti a rispondere a qualsiasi domanda, via chat, email e anche al telefono”.