Il pil svizzero scenderà del 10%, parola di Credit Suisse

Gli economisti di Credit Suisse hanno rivisto al ribasso le previsioni economiche per la Svizzera per l’anno in corso. Le nuove stime parlano di un calo del pil del 3,5%, contro il precedente -1,0%. Secondo un’analisi della banca pubblicata oggi, l’economia dovrebbe iniziare a riprendersi una volta che il “blocco” inizierà ad allentarsi.

La ripartenza, si legge su Adnkronos, sarà probabilmente più lenta delprevisto, soprattutto nei settori orientati all’esportazione. Il calendario di riavvio delle attività economiche e sociali pubblicato ieri dal Consiglio federale è in linea con le previsioni di Credit Suisse, secondo cui le misure più severe sarebbero state revocate dopodue o tre mesi. Pochi giorni fa il Fondo monetario internazionale è intervenuto sul futuro prossimo dell’economia dell’Eurozona pronosticando che il Pil italiano scenderà quest’anno del 9%.