Una panoramica di Gaeta

La formazione continua, in un periodo storico in cui ogni cosa, spinta dalla tecnologia, cambia alla velocità della luce, è fondamentale, se si vuole rimanere competitivi. A qualsiasi livello, professionale e aziendale. Conscio di ciò, il management della ITS Academy “Giovanni Caboto” di Gaeta, che forma i futuri professionisti del settore nautico, porta avanti progetti innovativi con cui registra un trend di crescita che si abbina al successo professionale e lavorativo dei propri allievi. L’ITS è impegnato nel raggiungere gli obiettivi fissati dal Pnrr, in particolare l’ampliamento e l’innovazione dei laboratori e dei simulatori, il raddoppio degli allievi e la crescita per il futuro. «Oggi», dichiara il presidente dell’ITS Academy, Cesare d’Amico, «ci troviamo di fronte ad una sfida che dobbiamo vincere: maggiore professionalizzazione degli allievi e creazione di nuove figure professionali che il mercato del lavoro ci richiede nell’immediato. Fondamentale per far ciò è avere una visione strategica a breve, medio e lungo termine, sfruttando al massimo le opportunità giunte attraverso il Pnrr. Per questo con il nostro Istituto ci stiamo preparando a un’ulteriore crescita, nell’ottica di rendere protagonisti i nostri allievi nei vari settori dove si troveranno ad operare: logistica, shipping e diporto». D’altronde l’ITS Academy Caboto garantisce livelli di occupazione che rasentano il 100%, superando di gran lunga il già elevato tasso dell’86% raggiunto dall’intero sistema ITS. La pressoché totale occupazione degli allievi è il risultato di un lavoro continuo e delle sinergie sapientemente messe in campo dal presidente d’Amico, dal direttore Clemente Borrelli, dall’intero organico e corpo docente dell’ITS. A questo va aggiunta l’azione propulsiva dei soci, primi tra tutti la d’Amico Società di Navigazione, la Camera di Commercio di Frosinone Latina, oltre alla sinergia con l’Istituto di Istruzione secondaria superiore “Giovanni Caboto” di Gaeta. Il modello ITS Academy Caboto è una risposta concreta al bisogno di formazione specializzata in Italia e non solo, dove sono sempre maggiori le competenze richieste in ambito logistico, diportistico o dello shipping. «La nostra offerta formativa in alternanza è un passaporto per entrare a testa alta nel mondo del lavoro», sottolinea il direttore Clemente Borrelli. «Inoltre, i corsi ITS – e questo rappresenta un ulteriore appeal – sono attualmente finanziati dal Pnrr, per cui non sono previsti costi per gli allievi, i quali beneficiano anche di altre agevolazioni quali borse di studio».

La maggior parte dei corsi hanno durata biennale e sono aperti a tutti i diplomati, mentre quelli per Ufficiale di Navigazione (mercantile e diporto), di durata triennale, richiedono il diploma nautico. Ciascun percorso alterna formazione in aula e laboratorio a periodi di stage, tirocini, o imbarchi regolarmente retribuiti. A breve ci si potrà iscrivere ai corsi 2024 – per i quali è possibile richiedere un open day al fine di far conoscere l’intero sistema ITS alle famiglie, al mondo della scuola e agli studenti e a coloro che sono in cerca di un impegno professionale. Fra questi: Gestione della logistica integrata e dei processi di spedizione; Gestione della pianificazione dei servizi di trasporto e logistica; Conduzione del mezzo navale – Ufficiale di coperta; Gestione degli apparati ed impianti di bordo – Ufficiale di macchina; Marine surveyor; Gestione delle attività a servizio dei passeggeri a bordo delle navi; Ufficiale di navigazione per il diporto; Service manager per il diporto; Manutentore navale; Design e modellazione; Operatore tecnico subacqueo. Per il diporto nautico si stanno acquisendo anche nuovi laboratori: inoltre sono state acquistate ulteriori due barche (una vela e un motoscafo) e alcuni gommoni, da utilizzare per le esercitazioni marinaresche e per il conseguimento delle patenti nautiche; sulla barca a motore sarà allestito un laboratorio di monitoraggio ambientale. Nel campo della logistica e dello shipping si stanno allestendo nuovi simulatori immersivi. Al fine di organizzare i nuovi laboratori e accogliere un sempre maggior numero di allievi a breve saranno completate nuove sedi nel porto di Civitavecchia e a Gaeta, dove nascerà un vero e proprio Campus.

www.fondazionecaboto.it

orientamento@fondazionecaboto.it