Si è chiusa a Milano la due giorni del Premio Nazionale dell’Innovazione, la ‘Coppa dei Campioni’ delle start up ospitata a Palazzo Lombardia su iniziativa del presidente della Regione, Attilio Fontana, e dell’assessore allo Sviluppo economico, Guido Guidesi. La più importante competizione italiana per progetti innovativi ha visto la partecipazione di oltre 350 ricercatori e 71 start up.
La Lombardia, dopo aver vinto per due anni consecutivi la ‘Coppa dei Campioni’, quest’anno si è aggiudicata due premi:
– Menzione Speciale Green&Blue Climate Change vinta da RarEarth come migliore soluzione innovativa e ad alto impatto indirizzata al contrasto del cambiamento climatico.
– Menzione Speciale Encubator assegnata a VisioNing per l’accesso diretto alla fase semifinale dell’edizione 2023 di Encubator, programma di accelerazione promosso da Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, PoliHub e Politecnico di Milano rivolto a progetti tecnologici in ambito sostenibilità e Climate Tech. “Siamo molto orgogliosi – ha evidenziato l’assessore Guidesi – di aver ospitato la finale del PNI 2023. Lo abbiamo fatto mettendo a disposizione gli spazi della sede istituzionale perché crediamo che la nostra Regione sia e debba continuare ad essere la ‘Casa delle idee’. La nostra sfida é continuare a crescere, un progresso fatto di una crescita economica ambientalmente sostenibile”. “Abbiamo bisogno di innovazione – ha proseguito Guidesi – per vincere questa sfida, di una nuova generazione di innovatori che possano diventare la nuova generazione di imprenditori. Nella ‘Casa delle idee’ gli innovatori troveranno sempre il sostegno della Regione Lombardia”. “Sono estremamente orgogliosa – ha commentato Paola Paniccia, presidente di PNICube e delegata allo Sviluppo delle Imprese, Start-up e Spin-off per l’Università degli Studi di Roma ‘Tor Vergata’ – di questa ‘due giorni’ che ha raccontato una Italia che innova, che fa la differenza, che può realizzare quel cambiamento di cui tutti abbiamo urgente bisogno. Ancora una volta, grazie all’entusiamo e alle energie dei nostri giovani talenti, abbiamo visto concretizzarsi la missione di PNICube: dare luce e forma ai migliori progetti di start-up innovative nati dalla ricerca nell’ambito delle Università e degli Enti di ricerca del network che ho il privilegio di guidare”.
“L’edizione 2023 del PNI – ha sottolineato la presidente di Musa e neo-eletta presidente CRUI Giovanna Iannantuoni – è un momento cruciale per rafforzare la collaborazione tra accademia, settore privato e comunità, promuovendo soluzioni che migliorino concretamente la vita delle persone. La nostra collaborazione con la Regione Lombardia e con PNICube nel Premio Nazionale per l’Innovazione 2023 mira a premiare l’eccellenza nella ricerca e nell’innovazione con un forte impatto sociale. La partecipazione riafferma l’impegno di MUSA verso un futuro sostenibile e inclusivo, sottolineando l’importanza di un’innovazione tecnologica che sia responsabile e che contribuisca a ridurre disuguaglianze e squilibri”.