DoctorApp chiude un round di crowdfunding da 350mila euro

Spiiky, il social network del risparmio che mette in contatto i negozi di città e gli e-commerce con i consumatori permettendo alle famiglie di risparmiare sugli acquisti di tutti i giorni, lancia oggi una campagna di raccolta fondi online su Mamacrowd, la prima piattaforma italiana di equity crowdfunding per capitale raccolto. La campagna sarà attiva fino all’8 dicembre e punta a raccogliere da un minimo di €250mila euro a un massimo di €400mila.  L’obiettivo di Spiiky è di espandersi a livello nazionale replicando il successo ottenuto in Emilia-Romagna, dove oggi è leader di mercato con oltre 12mila esercenti affiliati e 300mila utenti iscritti al servizio, e da cui proviene il 90% del suo fatturato. Per supportare questo piano di sviluppo, Spiiky investirà i capitali raccolti per rafforzare l’area vendita e quella marketing e implementare ulteriormente la piattaforma proprietaria, sviluppata interamente da uno dei quattro founder, in vista dell’inserimento di nuove funzioni. 

La campagna è online su https://mamacrowd.com/project/spiiky: il ticket minimo di investimento è di 250 euro ed è previsto lo sgravio fiscale per gli investimenti in startup innovative. Inoltre, Spiiky ha previsto una serie di reward, in base al capitale investito, che includono buoni Spiiky, sconti sulle Card e cashback raddoppiato per sei mesi.

“Dal lancio a Modena nel 2014 ad oggi abbiamo lavorato per mettere a punto un modello di business in grado di far incontrare, grazie alla tecnologia e all’online, le esigenze di risparmio dei consumatori e la crescita delle aziende affiliate”, ha dichiarato Matteo Manelli, co-founder e CEO di Spiiky. “Il nostro fatturato è passato da 500mila euro nel 2018, a 2,1 milioni di euro nel 2019 fino alla proiezione di 3 milioni di euro nel 2020, con EBITDA positivo e nonostante l’emergenza Coronavirus che ha tenuto chiusi molti degli esercizi commerciali del territorio. Abbiamo visto che il modello di Spiiky non solo funziona ma tiene anche in condizioni straordinarie. Siamo pronti per portare Spiiky in tutta Italia a partire dalle aree limitrofe del Centro-Nord”. 

“Siamo felici che Spiiky abbia scelto Mamacrowd per la prima campagna di equity crowdfunding. È una realtà in crescita, ha già conquistato l’Emilia-Romagna e ci sono tutti i presupposti perché conquisti le altre regioni. In questo momento storico-economico profondamente segnato dal Covid-19, l’opportunità di risparmio è un tema molto sentito: questo, unitamente ad un solido modello di business e ad un forte team, siamo sicuri che colpirà i potenziali investitori” ha spiegato Dario Giudici, AD di Mamacrowd. 

Spiiky è una piattaforma multicanale e multi-categoria che, con il suo modello di business, è riuscita a soddisfare sia gli utenti sia gli esercenti superando le mancanze e le inefficienze del settore del couponing e delle card. Gli utenti/consumatori possono convogliare fino all’80% dei loro acquisti ricorrenti (alimentari, ristorazione, estetica, energia, carburante, etc.) su Spiiky, con un risparmio che arriva fino al 40% della spesa e accumulare punti che potranno utilizzare per scontare i loro acquisti futuri. Le aziende affiliate a Spiiky (siano esse esercizi fisici o negozi online) non devono sottoscrivere abbonamenti ma riconoscono alla piattaforma una commissione sull’incasso ottenuto. Inoltre, possono gestire in totale autonomia il loro profilo su Spiiky, creando offerte e modulandole a seconda delle loro necessità senza intermediazione da parte della piattaforma, proprio come su un social network. 

Il modello di business di Spiiky è snello e scalabile in un mercato, quello del risparmio, in cui le opportunità di crescita offerte dall’online e dalla tecnologia sono enormi: dieci risorse under 35 oltre ai quattro founder gestiscono complessivamente 15mila esercenti e 500mila utenti. Secondo uno studio de Il Sole 24 Ore, nel 2019 la variabile del prezzo ha inciso per il 68% sulle decisioni di acquisto dei consumatori e il 94% di chi compra sul web, praticamente tutti quelli che fanno acquisti online, fa una comparazione dei prezzi prima di andare in cassa. Inoltre, secondo le stime di Spiiky, sarebbero almeno 800mila le aziende italiane potenzialmente interessate a promuoversi senza costi fissi su Spiiky per raggiungere nuovi clienti. 

I fondatori di Spiiky prevedono che il settore del risparmio riceverà un’ulteriore spinta dall’emergenza Coronavirus che sta incentivando i consumatori a fare maggiore attenzione alle spese, anche quelle di tutti i giorni. Da questo punto di vista, Spiiky si posiziona come un alleato delle famiglie, perché ne incrementa il potere d’acquisto, ma anche delle aziende affiliate perché permette loro di aumentare il numero dei clienti e il giro delle vendite senza sostenere costi di promozione. Con Spiiky, infatti, le commissioni si pagano solo ad incasso avvenuto.