Quantcast

Sustainability & circular economy

Il lato B del business concilia gli utili con l’etica

Il movimento delle B-Corp sta prendendo sempre più piede anche in Italia. Un cambio di prospettiva che, insieme al profitto, persegue sostenibilità ambientale e sociale, solidarietà ed etica

Maddalena Bonaccorso
Il lato B del business concilia gli utili con l’etica

Conciliare l’economia con l’etica: è questa, sintetizzata in poche parole, la missione delle B Corp, aziende che, pur perseguendo giustamente il profitto, fanno di sostenibilità ambientale e sociale, solidarietà ed etica del lavoro i propri principi-guida. 

Il movimento delle B Corp, che creano business e nello stesso tempo cercano di portare avanti  un impatto positivo sul mondo, lasciandolo un po’ migliore di come l’hanno trovato, è uno dei grandi temi e delle grandi sfide del terzo millennio: essere rigenerativi, cercare di creare più risorse di quante se ne consumino può essere la chiave di volta imprenditoriale per affrontare al meglio anche il duro periodo del post Covid.

È dunque facile comprendere come le cinque aree sulle quali si basa lo strumento del B Impact Assessment - utilizzato dall’ente internazionale certificatore B Lab per stabilire se un’azienda possa essere o meno inserita in questa comunità virtuosa - e cioè persone, ambiente, comunità, governance e consumatori possano essere i pilastri portanti di una nuova rivoluzione industriale.

«Le B Corp sono aziende che ripensano il proprio ruolo nella società», spiega Eric Ezechieli (nella foto), co-fondatore di Nativa, che nel 2013 è stata la prima società certificata in Europa e che oggi guida le altre imprese nel percorso di valutazione del proprio impatto positivo, «ponendosi come scopo non solo quello di creare valore economico per gli azionisti, ma anche quello di apportare valore ambientale, sostenibile e sociale. È un cambiamento di prospettiva rispetto a quanto si faceva in precedenza, quando la spinta economica di un’azienda, specialmente se molto grande, era spesso a scapito di qualcuno o qualcosa: ora, con le B Corporation, si vuole prestare una maggiore attenzione al contorno, a tutto ciò che ruota attorno alle imprese, per costruire davvero una società migliore».

Le B Corp sono attualmente 3700, diffuse in 71 Paesi: più di 100 tra queste sono in Italia, e sono la punta più avanzata tra le aziende che innovano e che creano il loro successo anche sulle performance di miglioramento della società e delle persone, pur essendo competitive e performanti sul mercato: «Queste aziende che hanno ottenuto la certificazione B Corp», prosegue Ezechieli, «giocano lo stesso “campionato” delle altre, e questo è un messaggio che deve essere molto chiaro: sono aziende in salute che creano ricchezza, ma nello stesso tempo riescono a spingersi ancora oltre dal punto di vista delle responsabilità. Anzi, dirò di più: solitamente le aziende che sono più efficaci nel creare valore ambientale, etico e sociale sono anche quelle migliori nei risultati economici e finanziari». Conquistare la certificazione è un percorso lungo e non semplice: un’azienda che voglia intraprenderlo per prima cosa è invitata a misurare l’impatto che produce sull’esterno, le proprie pratiche, i propri processi, per capire se è “estrattiva” (cioè assorbe più valore di quello che produce) o “rigenerativa “ (cioè crea più valore di quanto ne assorbe): «Dopodiché»,  conclude Ezechieli, «tutti questi parametri, che comprendono anche la governance, la trasparenza, il business model, confluiscono in uno standard di misurazione, appunto il B Impact assessment, che misura le performance e stabilisce se l’azienda può entrare a far parte della comunità delle B Corp».

Solo una piccola percentuale delle aziende riesce subito ad arrivare alla soglia minima di performance (80 punti su 200) per potersi fregiare della qualifica: per le altre – si calcola che siano almeno 150milaquelle che nel mondo hanno iniziato il percorso verso la certificazione, a testimoniare il grande interesse per queste tematiche - si apre una fase di perfezionamento e miglioramento, in attesa di riuscire a cambiare davvero prospettiva, e farsi quindi foriere di un nuovo modello di business. Quello che ci guida verso un mondo migliore, e possibile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400