Moody's
Sostenibilità vuol dire più crescita e meno rischi

Cassa Depositi e prestiti passa l’esame della sostenibilità: Moody’s Esg Solutions (business unit dell’agenzia di valutazione integrata del rischio Moody’s) ha concluso con successo il processo di valutazione dei termini di sostenibilità e adesione dei criteri ESG. Il giudizio sulle attività di Cassa che rientrano nel rating di Sostenibilità ha registrato un incremento di 3 punti rispetto al 2021, raggiungendo un punteggio pari a 67/100.

Cdp è tra le società migliori 

Il posizionamento di Cdp quest’anno è risultato tra i più alti delle società valutate da Moody’s ESG Solutions sia rispetto al proprio settore (terza su ventidue), sia a livello europeo (58 esima su 1.625), attestandosi nella categoria migliore per la sua classe di rating di Sostenibilità (A1). A fare da traino sono le migliori prestazioni nel settore delle tematiche ESG. “Questa – scrivono in una nota – è la dimostrazione del fatto che l’attenzione di Cdp alla sostenibilità prosegue e si rinforza, come previsto dal Piano Strategico 2022-2024 e in linea con le migliori pratiche delle istituzioni finanziarie internazionali. La sfida nei prossimi anni sarà quella di mantenere e rafforzare nel tempo tale posizionamento nell’ottica di un miglioramento continuo in ambito di implementazione delle tematiche ESG”.

LEGGI ANCHE: Cdp Equity cede Inalca, la famiglia Cremonini ricompra

Gli investimenti nel settore sostenibilità di Cdp

Risale a pochi giorni fa l’ultimo investimento in ordine di tempo in una società italiana per incrementarne la sostenibilità. Cassa Depositi e Prestiti ha finanziato lo sviluppo sostenibile del gruppo Pietro Fiorentini con 25 milioni di euro, per lo sviluppo di nuove tecnologie che riducono l’impatto ambientale lungo tutta la filiera del gas. L’obiettivo è quello di investire in nuove tecnologie all’avanguardia per ridurre l’impatto sull’ambiente e incrementare i livelli occupazionali in Italia. Questi gli obiettivi del finanziamento da 25 milioni sottoscritto da Cassa Depositi e Prestiti (CDP) a favore di Pietro Fiorentini, Gruppo internazionale leader nell’offerta di soluzioni avanzate per il settore energetico che opera lungo l’intera filiera del gas naturale.

Alla base dell’accordo è previsto un impegno da parte della società ad aumentare i livelli occupazionali in Italia: grazie a una formula finanziaria che coniuga sviluppo e sostenibilità, l’operazione prevede che al raggiungimento di tale obiettivo verrà corrisposto all’azienda un beneficio in termini di riduzione del costo di finanziamento.