crescita nel green tech

Cyrkl, la piattaforma leader in Europa per la gestione dei rifiuti industriali e il green sourcing, è stata premiata durante il Technology Fast 50 Central Europe 2022 organizzato da Deloitte il 24 Novembre. Cyrkl è riuscita ad affermarsi tra duecento aziende vincendo due premi: un premio nella categoria “Companies to Watch” e il “CE Tech Rocketship”.

Cos’è il Deloitte Technology Fast 50 Centrale Europe

Il Deloitte Technology Fast 50 Central Europe è un riconoscimento assegnato a 50 aziende tech in rapido sviluppo sulla base della crescita percentuale dei loro ricavi. Deloitte seleziona 50 aziende e ulteriori 25, troppo giovani per poter rispettare i requisiti del premio, che vengono classificate in ordine di tasso di crescita, le cosiddette “Aziende da tenere d’occhio”. In questo premio Cyrkl si è posizionata nella TOP-10 delle aziende all’8° posto con un tasso di crescita pari al 1194%.

LEGGI ANCHE: Deloitte-Fintech District, insieme per far crescere il FinTech italiano

CE Tech Rocketship, un riconoscimento speciale

Il “CE Tech Rocketship” viene assegnato da Deloitte e Google Cloud ad aziende che hanno sviluppato soluzioni scalabili e di alta qualità con il potenziale di essere utilizzate concretamente nel mercato di riferimento. Il premio è stato vinto da Cyrkl nella categoria Tecnologia Ambientale in seguito ad una valutazione del potenziale commerciale di Cyrkl applicato al mercato.

LEGGI ANCHE: Le fondazioni bancarie “sposano” i criteri Esg

Cyrkl è per le tecnologie verdi e l’economia circolare

Piena soddisfazione è stata espressa dai dirigenti della società per l’ambito riconoscimento che è stato loro assegnato.  “Siamo grati agli esperti di Google e Deloitte che hanno esaminato il nostro stack tecnologico, l’architettura e l’area dati e hanno dato un ottimo feedback alla nostra presentazione, che ha portato a questo prestigioso premio, – afferma Cyril Klepek, CEO di Cyrkl. Cyrkl ha sviluppato una soluzione scalabile ed è ora pronta a continuare la sua espansione in altri paesi. La startup green-tech aiuta a creare nuovi strumenti che mirano a monitorare o ridurre l’impatto negativo sull’ambiente e il consumo di risorse. Inoltre, l’utilizzo di risorse secondarie con questi strumenti è più accessibile, il che porta allo sviluppo di un’economia più circolare riducendo le emissioni di gas serra”.