green bond

Societe Generale ha emesso il suo primo green bond digitale come Security Token direttamente registrato da SG-FORGE[1] sulla blockchain pubblica Ethereum, garantendo maggiore trasparenza e tracciabilità dei dati ESG. I security tokens sono stati completamente sottoscritti da due primari investitori istituzionali, AXA Investment Managers e Generali Investments, tramite un collocamento privato. Questa transazione rappresenta il primo green bond digitale emesso da Societe Generale per sfruttare le funzionalità differenzianti della blockchain, che consente una più ampia trasparenza e tracciabilità, nonché una maggiore fluidità e velocità nelle transazioni e nel settlement.

Come è strutturato il green bond

Questa operazione inaugurale è strutturata come un bond senior unsecured da 10 milioni di euro con una scadenza di 3 anni. Un importo equivalente al ricavato netto di questo bond sarà utilizzato esclusivamente per finanziare o rifinanziare Eligible Green Activities, come definite nel Green, Social and Sustainabibility Bond Framework [2] di Societe Generale che, dopo la sua prima emissione inaugurale del 2015, è stato un emittente ricorrente di strumenti di questa tipologia. Questa emissione segna anche un primo passo verso l’uso della blockchain per l’archiviazione dei dati e come strumento di certificazione per emittenti e investitori al fine di promuovere maggiore trasparenza sui dati ESG e Positive Impact su scala globale. L’emissione in questione include due innovazioni fondamentali che saranno ulteriormente sviluppate: le informazioni sulle emissioni di carbonio legate all’infrastruttura del green bond digitale sono disponibili 24 ore su 24 in accesso aperto direttamente nel contratto smart del bond. Questo consente agli emittenti e agli investitori di misurare le emissioni di carbonio dei propri titoli sulla piattaforma finanziaria. Una innovazione introdotta da un nuovo servizio di SG-FORGE che segue la pubblicazione del suo primo rapporto completo sulle emissioni di carbonio sui Security Tokens. Viene introdotta la nuova opzione per gli investitori di regolare la consegna dei titoli on-chain attraverso l’Euro CoinVertible, l’asset digitale emesso da SG-FORGE nell’aprile 2023, che completa le tradizionali soluzioni di regolamento in contanti. Mentre le soluzioni di Central Bank Digital Currencies (CBDC) sono in fase di sperimentazione, questa gamma di metodi di regolamento dimostra le ampie capacità di SG-FORGE nel fornire una gamma completa di servizi on-chain.

LEGGI ANCHE:Il 2023 è l’anno dei bond, sono i bancari a trainare il settore

Questa transazione rappresenta un’ulteriore testimonianza dei servizi innovativi sviluppati da Societe Generale su strumenti digitali. Contribuisce anche ad arricchire le capacità espresse dal Gruppo sui mercati dei capitali al fine di soddisfare la domanda dei propri clienti, corporate ed istituzionali, di attività digitali che includano anche l’aspetto ESG. L’emissione di questo bond dimostra l’impegno di Societe Generale nel mettere a frutto la sua esperienza nella strutturazione finanziaria e le capacità tecnologiche di SG-FORGE per contribuire alla costruzione e innovazione del di un mercato obbligazionario sostenibile.