Le vendite di smartphone sono aumentate negli ultimi tempi, dopo essere rimaste in sordina negli ultimi due anni.

Il mercato degli smartphone è stato piuttosto piatto dal 2021, potenzialmente perché la gente si accontenta dei propri gadget già molto prestazionali o si accontenta di vecchi mattoncini Nokia…. Ma sembra che i nuovi modelli Apple e Huawei abbiano fatto colpo: secondo la società di ricerca Counterpoint, le vendite di smartphone sono aumentate del 5% a ottobre. Tuttavia, potrebbe trattarsi solo di acquirenti lungimiranti per le vacanze, quindi non contate che questi numeri rimangano a lungo inalterati.

Le spedizioni di iPhone si sono a malapena mosse infatti negli ultimi sette anni, quindi qualsiasi cambiamento importante nei ricavi del segmento sarà dovuto ai prezzi sempre più alti degli aggeggi. Gli investitori sembrano comunque abbastanza soddisfatti, confidando in ulteriori aumenti di prezzo – e idealmente in tagli dei costi – per migliorare la redditività degli smartphone di Apple. E comunque, Apple ha la sua divisione servizi e altri prodotti come Vision Pro per intrattenere gli investitori.

Di recente anche l’industria dei semiconduttori, oltre naturalmente a Nvidia, è rimasta a terra. I produttori di chip hanno aumentato la produzione per superare i colli di bottiglia della catena di approvvigionamento che si sono creati durante la pandemia, ma ora che la domanda si è esaurita, c’è un eccesso di chip invenduti. Ma se l’inversione di tendenza nel settore degli smartphone dovesse confermarsi, potrebbe esserci una ripresa dell’appetito per i prodotti dei produttori di chip.