di Carla Serra

Era ora: nel 2023 si è tornati a viaggiare a pieno ritmo. L’anno scorso, secondo il World Travel & Tourism Council, il settore del turismo ha fatturato circa 9,5 trilioni di dollari, il 95% dei suoi livelli pre-pandemia.

La voglia di partire è destinata a crescere nel 2024. Secondo la ricerca condotta per Skyscanner, la piattaforma di comparazione di viaggi, l’80% degli italiani ha in programma lo stesso numero di viaggi, se non di più, nel corso del 2024 rispetto al 2023. Mentre il 78% prevede per quest’anno di spendere lo stesso importo, se non maggiore rispetto al 2023.

Le partenze sono previste già nei prossimi mesi. Infatti, molti vacanzieri sceglieranno le cosiddette “stagioni spalla”. Merito del clima con mesi primaverili e autunnali miti, ma anche merito delle tariffe calmierate.

Ecco i principali travel trend del 2024.

Viaggiare comodi in Smart Business

Dopo l’abbuffata di voli con compagnie low cost in condizioni da carro bestiame, c’è voglia di comodità fin dalla partenza. Secondo la ricerca di Skyscanner, il 12% degli italiani intervistati prevede nel 2024 di effettuare l’upgrade del proprio volo in business o in prima classe, mentre il 10% intende acquistare l’accesso alla lounge dell’aeroporto per iniziare al meglio il proprio viaggio.

Non stupisce quindi il successo de La Compagnie ( lacompagnie.com), il vettore aereo francese nato nel 2014 con un’offerta solo business class per New York da Parigi e Nizza, e dal 2022 anche da Milano. «La nostra offerta intercetta una domanda che continua ad essere forte ed in crescita, andando ad interpretare un trend rilevante: quello della ricerca di un’esperienza di viaggio unica e personalizzata, che assomigli sempre di più ad un viaggio in jet privato con tutti i comfort più desiderabili, ma ad un prezzo accessibile», dice Christian Vernet, Ceo di La Compagnie. «Il 2024 rappresenta per noi il secondo anno di operatività in Italia, su una rotta estremamente competitiva. Nonostante questo, possiamo toccare con mano la credibilità che La Compagnie ha conquistato in particolare nella realtà del business travel, registrando il favore di diverse aziende e della creative class italiana che ci scelgono per il servizio affidabile, comodo e senza alcuno stress dalla partenza all’arrivo».

Circa il 60% di passeggeri viaggia per lavoro ed il 40% per leisure. Perché piace tanto? I prezzi sono l’asso nella manica de La Compagnie: fino al 30% in meno rispetto alla concorrenza. La tratta Milano Malpensa – Newark ha tariffe a partire da 1.500 euro andata e ritorno, con varie promozioni durante l’anno. Per i 76 passeggeri la formula Smart Business prevede accesso alla lounge in aeroporto, fast track e imbarco di 2 bagagli da stiva, wifi illimitato a bordo, sedili reclinabili in posizione letto e pasti gourmet curati da chef internazionali: dopo il menu dello chef stellato Felix Lo Basso, ad aprile sale a bordo la cucina ‘green’ della vicentina Chiara Pavan. Inoltre gli orari sono ottimali per sfruttare al massimo la permanenza nella Grande Mela e i nuovissimi A321neo, consumano il 30% in meno rispetto agli altri aeromobili sulla stessa rotta.

Wunderkammer cercasi

Secondo il Travel Trend Report della catena alberghiera Hilton, quasi la metà degli italiani decide di prenotare la meta di viaggio in base all’hotel in cui vorrebbe soggiornare.

Quali saranno gli alberghi preferiti? Quelli progettati per stupire e per regalare un’esperienza fuori dall’ordinario. Come le futuristiche vasche termali dell’Aqua Dome di Längenfeld in Tirolo (aqua-dome.at). Le vasche all’aperto sembrano fluttuare nell’aria collegate da una piramide di vetro alle tre piscine con vista sulle montagne.

A Dubai, dove generare meraviglia è una sfida, ha aperto il One&Only One Za’abeel (oneandonlyresorts.com/one-zaabeel) il primo resort urbano verticale ultra-lusso. Progettato dagli architetti Nikken Sekkei, è composto da due grattacieli gemelli intersecati da un ponte sospeso a 100 metri di altezza e la piscina sospesa più grande degli Emirati.

“Siamo sempre stati pionieri nella creazione di esperienze di ospitalità uniche e One&Only One Za’abeel non fa eccezione. Abbiamo superato le aspettative convenzionali con l’obiettivo di reinventare il concetto di ospitalità urbana ultra-lusso – ha dichiarato Philippe Zuber, ceo di Kerzner International, il gruppo leader nell’ospitalità di alta gamma. Le suite angolari dominano lo skyline della città e sono caratterizzate dalla rilassante palette di colori neutri della sabbia nei tessuti, nelle opere d’arte e nell’illuminazione scultorea.

Sul fronte opposto la tendenza massimalista incoraggia la sperimentazione di design e colori contrastanti per spazi stravaganti. Come l’Emotional Grand Motel (emotionalgrandmotel.it ), il primo e unico luxury motel in Europa, situato in provincia di Novara. Gli ospiti possono dormire in un elegante cofanetto di cipria o all’interno di un’autentica Cadillac, calpestare Il Giudizio Universale o rifugiarsi in un paradiso tropicale. Per una fuga dalla realtà a due passi dal casello autostradale.

In vacanza con i nonni

In una società con una aspettativa di vita sempre più alta e una natalità sempre più bassa, c’è abbondanza di nonni pronti a partire con i nipoti. Liberi da impegni, mediamente attivi, con una età intorno ai 70 anni, i nonni sono disponibili in ogni periodo dell’anno, anche e soprattutto in bassa stagione quando i genitori sono al lavoro. La domanda per vacanze nonni-nipoti sta infatti crescendo in modo sensibile in tutta Europa. C’è voglia di stare insieme con calma, scoprire la natura e rivivere con i bambini esperienze passate.

L’Alto Adige, da anni, ha intercettato questo trend con un’offerta ideale per le famiglie. L’associazione Gallo Rosso (gallorosso.it) dal 1998 promuove e favorisce l’attività di 1.600 agriturismi in Alto Adige. I masi offrono un’accoglienza familiare e coinvolgente alla scoperta delle tradizioni contadine e dei prodotti locali. Il rigoroso controllo classifica ogni struttura in base al confort e i servizi. Ci sono masi specializzati per ogni esigenza, per esempio i masi per famiglie, adatti ad accogliere i bambini; strutture in quota oppure vicino ai centri urbani, quelli adatti a persone con disabilità, privi di barriere architettoniche, e masi con maneggio di cavalli, per una vacanza in sella. E se fuori piove, nonni e nipoti potranno imparare a cucinare insieme i piatti tradizionali dopo aver raccolto erbe e ortaggi nei prati e nell’orto, oppure realizzare piccoli oggetti di artigianato tipici delle vallate.

Parola d’ordine: sostenibilità

Secondo la ricerca di Booking.com, la piattaforma leader di prenotazione di stanze e vacanze, il 76% dei 33 mila intervistati in tutto il mondo, nel 2024 vuole viaggiare in modo più sostenibile. Non si tratta di una moda passeggera. I viaggiatori non si accontentano di un facile green-washing, ma vogliono garanzie sul reale impatto ambientale delle loro vacanze.

Il nuovo itinerario del Four Seasons Explorer (fourseasons.com/explorerpalau) soddisfa appieno le esigenze di ecosostenibilità e responsabilità sociale. Il catamarano naviga nello Stato di Palau, nel Pacifico occidentale, tra 340 isole di cui solo 9 abitate da oltre 4 mila anni.

«Per anni Four Seasons Explorer ha esplorato le acque e gli atolli delle Maldive e oggi per la prima volta, conduce alla scoperta di Palau»,  afferma Rainer Stampfer, presidente Global Operations Hotels and Resorts. «In collaborazione con il governo di Palau, Four Seasons Explorer stabilisce un nuovo standard per la navigazione di lusso, offrendo un’esperienza unica nel rispetto della bellezza naturale del Paese».

Il coinvolgimento della popolazione prevede la formazione e l’assunzione di personale di Palau come già fatto alle Maldive. «Da quando abbiamo lanciato il nostro apprendistato nel settore dell’ospitalità nel 2001, con l’approvazione del governo delle Maldive, centinaia di giovani maldiviani hanno completato con successo il programma. Molti di loro sono entrati a far parte dei nostri team», afferma Armando Kraenzlin, che gestisce le operazioni sia nelle Maldive sia a Palau. Palau ha l’80% del territorio marino protetto e ospita la laguna meridionale delle Rock Islands, sito Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Con una visibilità superiore ai 100 metri sotto la superficie dell’acqua, le lagune di Palau offrono un mondo sottomarino con oltre 1.400 specie di pesci e 500 specie di coralli.

Guidati dal palato

Gustare la cucina locale non solo è una delle attività preferite dai viaggiatori. Ma un italiano su quattro programma il viaggio proprio in funzione di un ristorante specifico o una cantina che desidera conoscere direttamente.

I vigneron più blasonati si sono organizzati. La piemontese Fontanafredda (fontanafredda.it), reduce dall’ennesimo premio internazionale per il suo Barolo, offre un’esperienza completa nei 120 ettari di vigneti biologici a Serralunga d’Alba. La tenuta venne donata nel 1858 dal primo Re d’Italia, Vittorio Emanuele II, all’amata Bela Rusin. Oggi nel cuore del sito Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, sono a disposizione tre hotel di charme, il raffinato Guidoristorante dello chef stellato Ugo Alciati e del fratello Piero, l’Osteria DisGuido, per una cucina più informale, il museo sulla storia della cantina e il bosco di alberi secolari.

Spostandosi in Toscana, a Castelnuovo Berardenga nelle terre del Chianti Classico, Vallepicciola (vallepicciola.com) accoglie i visitatori nella cantina dal moderno design. Pluripremiata anche nel 2023 per i Grandi Cru, permette ai wine lovers di scoprire il dietro le quinte della produzione con passeggiate nei 107 ettari di vigneti, visite alla sala di fermentazione, alla barriccaia e alla zona per gli spumanti seguiti da degustazioni abbinate a formaggi e salumi toscani.