Spesso è un buon consiglio quello di investire in ciò che vi appassiona. E se non riuscite a smettere di parlare del passaggio di Lewis Hamilton dalla Mercedes alla Ferrari o dello spread di punti per il Super Bowl di quest’anno tra Chiefs e 49ers, gli investimenti sportivi potrebbero fare al caso vostro. Lo sport è un grande business, come sicuramente saprete, e sta diventando sempre più grande. Ma se state cercando un modo per trarne profitto, avrete bisogno di un piano di gioco. Ecco cosa dovete sapere…


Perché investire nello sport?
Non è solo per i fan sfegatati: lo sport presenta alcune caratteristiche molto interessanti che non si trovano in molti altri settori. Innanzitutto, le squadre e i campionati sportivi sono campi di gioco ideali per la fedeltà al marchio e la visibilità, due ingredienti chiave di un settore super. I tifosi sono entusiasti delle loro squadre e si tramandano l’amore per generazioni. E questa frenesia dei tifosi si traduce in un flusso di denaro molto consistente, grazie a vendite di merchandising, biglietti e sponsorizzazioni. Inoltre, le squadre possono ottenere grandi guadagni con gli accordi sui diritti dei media, che rappresentano una fonte di reddito stabile e a lungo termine.
In secondo luogo, l’aggiunta di un po’ di azione sportiva al vostro mix di investimenti può aiutare il vostro portafoglio a raggiungere l’obiettivo. Questo perché la scena sportiva tende a flettere i muscoli e a distinguersi dalla massa, ballando al proprio ritmo economico. Quindi potrebbe darvi una pausa dal solito caos del mercato.
E terzo (sì, è una tripletta), l’industria dello sport non sta ferma. Si sta espandendo a livello globale, sta conquistando le piattaforme digitali e si sta tuffando in nuovi flussi di entrate come gli esports e le scommesse sportive. Le leghe americane come la National Basketball Association (NBA) e la National Football League (NFL) stanno persino esaminando l’Europa alla ricerca di nuove opportunità, cercando di sbloccare nuove possibilità di guadagno. E questo sta portando a una nuova crescita.

Come fare per dare al proprio portafoglio una chance sportiva?
Investire nei campionati sportivi potrebbe sembrare un gioco da ragazzi, ma non è facile per gli investitori comuni entrare in azione. Di solito non è possibile accaparrarsi un pezzo della propria squadra preferita a meno che non si disponga di miliardi di dollari: la maggior parte delle squadre è di proprietà privata, non è quotata in borsa come le azioni delle società.
Certo, ci sono delle eccezioni. Ci sono alcune squadre sportive quotate in borsa, ad esempio il Manchester United (MANU), quotato a New York, gli Atlanta Braves (BATRK), i Rangers International Football Club (RFC), quotati a Londra, e la Juventus Football Club (JUVE), quotata a Milano. C’è anche Madison Square Garden Sports (MSGS), le cui attività sportive comprendono i New York Knicks e i New York Rangers, e Liberty Media (FWONK), che detiene partecipazioni nella Formula 1 (F1) e negli Atlanta Braves di baseball. Ma per la maggior parte del tempo, se volete dare al vostro portafoglio un vantaggio da atleta professionista, dovrete cercare le azioni adiacenti allo sport. Ecco le tre principali:


1. Società di radiodiffusione e media
Ecco la buona notizia, sacchi di denaro: quando si tratta di investire nello sport, non è necessario possedere una squadra. Molte grandi società di media hanno stipulato enormi accordi esclusivi con i principali campionati sportivi. Pesi massimi come Amazon, ESPN (che fa parte di Disney), Fox, CBS (che fa parte di ViacomCBS) e NBC (che fa parte di Comcast) sembrano firmare ogni anno accordi sempre più grandi, il che evidenzia la crescente influenza – e redditività – delle trasmissioni sportive.
L’ultima novità in tal senso è che la NFL potrebbe unire le forze con la Disney acquisendo una quota di ESPN. Se l’accordo dovesse andare in porto, Disney potrebbe potenzialmente entrare nel novero dei principali operatori di streaming, sfidando personaggi del calibro di Netflix.


2. Fantasy sport e scommesse
Il mondo delle scommesse sportive e dei fantasy sport è in piena espansione, insieme allo sport stesso. Le società che operano in questi settori offrono un modo per investire in tutto questo. Le scommesse sportive sono state legalizzate negli Stati Uniti nel 2018 e da allora il settore è in rapida ascesa. Le proiezioni indicano un tasso di crescita annuale di oltre il 13%, con un mercato che dovrebbe raggiungere l’incredibile cifra di 15,75 miliardi di dollari entro il 2028. Le società di scommesse hanno anche stabilito partnership con le principali leghe sportive statunitensi, rafforzando la loro credibilità e visibilità. Tra i principali operatori in questo settore figurano FanDuel (di proprietà di Flutter Entertainment) e DraftKings, che vantano quote di mercato rispettivamente del 45,1% e del 32% nel 2023. Altri operatori chiave da tenere d’occhio sono Penn Entertainment, Caesars Entertainment e BetMGM di MGM Resorts International.

3. Sponsorizzazione e pubblicità
Le aziende pagano molto per sponsorizzare squadre, campionati ed eventi, solo per far conoscere il proprio marchio a quelle massicce basi di tifosi. Questo include l’acquisto di spazi pubblicitari, certo, ma anche diritti di denominazione degli stadi, sponsorizzazioni di squadre e partnership specifiche per gli eventi. Le aziende che diventano sponsor ufficiali della NFL o di altri campionati spesso registrano un aumento delle vendite grazie all’esposizione di marketing che ottengono. Alcuni esempi di MVP sono Nike per la NBA, PepsiCo per la NFL, Rolex per la Formula 1, Adidas per la NHL e T-Mobile per la MLB. I marchi automobilistici come Ferrari, Mercedes e Aston Martin, invece, sono presenti in tutta la F1. Al di fuori degli stadi e delle arene, esistono anche accordi di licenza estremamente redditizi che le aziende possono stipulare per vendere merchandising, videogiochi e altri prodotti con i loghi dei campionati e delle squadre. Il produttore di videogiochi Electronic Arts ha stipulato accordi di licenza per la produzione delle serie Madden NFL, NHL e F1. Take-Two Interactive produce la serie NBA 2K.

Qual è quindi il grande risultato post-partita?
È ancora presto per investire nello sport, soprattutto per gli investitori al dettaglio. Ma con il progredire del gioco, è probabile che si aprano altre opportunità. Nel frattempo, prendete in considerazione i titoli adiacenti, ma sappiate che potrebbero non offrire un’esposizione diretta alla partita, poiché le loro vendite tendono a provenire da una serie di altre fonti. Prima di investire, assicuratevi di dare un’occhiata a queste ultime.