seconda mano

Il 57% degli italiani compra oggetti di seconda mano, con lo scopo di realizzare una spesa più ecosostenibile ed economica. Secondo l’ultimo Osservatorio Second Hand Economy promosso da Doxa per Subito.it, il valore economico generato dall’usato è stato di 25 miliardi di euro, pari all’1,3% del Pil nazionale. Ci sono delle categorie di oggetti che sono più acquistate di altri come l’arredamento gli accessori a i casalinghi, spesso ingombranti. Il problema dello spazio occupato si sta facendo sentire.

Wetacoo, un nuovo metodo per semplificarsi la vita

E proprio per semplificare la vita a gestire gli oggetti in attesa di venderli e di trovare l’acquirente giusto, in modo flessibile e innovativo, nasce la soluzione digitale di Wetacoo. In pochi click è possibile organizzare online un servizio completo di deposito oggetti, con la possibilità di spostare i propri oggetti in modo smart e sicuro, usufruendo anche di un’opzione per il trasporto. «Prevedere un deposito temporaneo, risulta vincente nel seguire questo nuovo trend volto ad allungare la vita degli oggetti. Gettare oggetti e arredi non piace in quanto poco sostenibile, eppure non è sempre possibile vendere velocemente, soprattutto oggetti ingombranti. Un servizio di deposito permette di evitare gli sprechi dovuti alla mancanza di spazio e di riutilizzare gli oggetti qualora tornino utili. Consente inoltre di organizzare la vendita senza fretta, facendo una scelta consapevole ma flessibile, grazie alla possibilità di usufruire di un servizio di consegna direttamente all’acquirente in qualunque momento» afferma Enrico Cristalli, Head of Growth di Wetacoo.

LEGGI ANCHE: Arriva Autocerta.it. La risposta alle frodi online nel mondo delle auto usate per acquistare…

Quali sono i cinque oggetti di seconda mano preferiti dagli italiani

Wetacoo, ha stilato una classifica dei 5 oggetti second-hand preferiti presenti nelle case degli italiani.

Videogiochi, stereo, console. Si tratta di oggetti, spesso vintage, che si trovano nelle soffitte di chiunque e che spesso vengono venduti ai collezionisti.

Arredi e illuminazioni. Si tratta di un mercato, soprattutto nel settore seminuovo, che è in forte espansione anche a causa dei cambi di casa, delle vendite e dei trasferimenti all’estero.

Collezioni di fumetti o cofanetti di serie tv. Anche in questo caso sono gli appassionati di vintage a cercare oggetti che tutti noi abbiamo.

Insegne e cartelloni pubblicitari vintage. Dalle vecchie insegne della Coca Cola a quelle di marchi vintage celebri come Campari o di qualche bottega di quartiere e non solo. Oggi veri e propri oggetti di culto e arredamento nelle case.

Libri in edizione speciale. Oltre a saggi e romanzi, a molti piace anche decorare e arredare con i libri. Infatti, i libri danno un tocco particolare al tavolino del salotto o sulle mensole. I preferiti da mettere in mostra: architettura, interior design, fotografia, ma anche cucina, viaggi e lifestyle.