Alessandro Santoliquido, commissario di Eurovita

Il primo tassello del puzzle per il salvataggio di Eurovita è andato al suo posto. Cinven, fondo di private equity azionista della compagnia, ha infatti deciso di versare subito 100 milioni di euro. Una mossa che facilita in qualche modo l’asrduo compito del commissario Alessandro Santoliquido, che sta lavorando a un a rete di salvataggio di cui dovrebbero far parte banche e altre compagnie assicurative. «Cinven sta lavorando da tempo con il team di gestione e, più recentemente, con il commissario di Eurovita per trovare una soluzione a lungo termine alla base di capitale della compagnia. In questo contesto, il Fondo 5 di Cinven ha iniettato 100 milioni di euro in Eurovita, in coerenza con il suo desiderio di aiutare la compagnia e il Commissario a trovare una soluzione, a beneficio dell’azienda e dei suoi stakeholder», hanno dichiarato ieri i rappresentanti di Cinven.

LEGGI ANCHE: Eurovita, Ivass e Ania lavorano a una rete di salvataggio

Salvataggio Eurovita, riscatti congelati per i 400mila clienti

È la prima volta che una compagnia Vita finisce in una procedura straordinaria, con i riscatti delle polizze vita dei circa 400 mila clienti Eurovita che sono stati congelati in via cautelare dall’autorità di vigilanza fino al 31 marzo. Il problema sono le gestioni separate di Eurovita, in gran parte investite in titoli di Stato esteri. Se infatti i Btp, come precisato da MF-Milano Finanza, sono coperti dagli aumenti dei tassi d’ interesse grazie a contratti derivati, la protezione è però assente per gli investimenti indirizzati da Eurovita in altri titoli di Stato, in particolare tedeschi e francesi, sui quali il rialzo dei tassi ha provocato ampie minusvalenze. Il problema non sono le minusvalenze di per sé, ma il fatto che le minusvalenze fanno scendere il solvency ratio. Ivass non poteva fare altro che bloccare i riscattiDopo i 100 milioni messi a disposizione da Cinven, per salvare Eurovita ne servono almeno altri 300.

LEGGI ANCHE: Eurovita, per metterla in sicurezza servono fino a 400 milioni