decreto caro voli

Ryanair invita la Commissione europea a richiedere che tutti gli Stati dell’UE proteggano i sorvoli durante gli scioperi ATC, come già accade in Grecia, Italia e Spagna. Ma non lo fa in proprio o soltanto in proprio. La compagnia low-cost più potente del mondo lancia un’iniziativa politica senza precedenti – in realtà la rilancia, perché l’aveva già promossa in maggio, senza esito – e promuove una raccolta di firme per mobilitare la pressione popolare contro le regole in vigore in fatto di scioperi nei trasporti. In maggio aveva consegnato a Bruxelles 1 milione e centomila firme, ora dichiara di voler raggiungere i 2 milioni di firme.

“Per contribuire a fermare questa pratica sleale – si legge nella versione italiana del singolare appello della compagnia irlandese –  firma la nostra petizione e unisciti a Ryanair e a oltre 1,6 milioni di passeggeri stanchi di subire vessazioni nel nostro appello alla Commissione Europea e chiedi che tutti gli Stati dell’UE proteggano i sorvoli durante gli scioperi ATC, come già avvenuto in Grecia, Italia e Spagna.

Cliccando sul pulsante qui sotto, il tuo indirizzo e-mail e il tuo nome saranno inseriti nella nostra petizione per inviare un messaggio urgente a Ursula von der Leyen: proteggere i passeggeri durante gli scioperi dei controllori del traffico aereo.

P.S.: va detto che basta cliccare una volta sola sul tasto “Firma ora la petizione” per concedere a Ryanair l’uso del proprio nome e della propria emal ai fini di questa iniziativa, contro ogni regola di prudenza che prevede sempre almeno due convalide.