Russia
Putin annuncia l'annessione di quattro regioni ucraine

Sono quattro le regioni della che fanno parte dell’Ucraina che la Russia ha deciso di annettersi. Il presidente Vladimir Putin ha firmato gli “accordi di adesione” alla Federazione Russa delle regioni di Dontsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhzhia, dove dal 23 al 27 settembre scorso si sono tenuti i referendum per chiedere l’annessione alla Russia. La firma  sugli accordi è stata posta alla 13 nella Sala San Giorgio del Cremlino dai leader delle quattro regioni annesse, che sono Denis Pushilin, Leonid Pasechnik, Vladimir Saldo e Yevgeny Balitsky. Il presidente russo Putin ha parlato di “scelta di milioni di persone”, facendo riferimento ai referendum che si sono tenuti in quelle regioni.

LEGGI ANCHE: Il crollo della borsa di Mosca: Vladimir Putin è alle strette?

La richiesta di una resa dell’Ucraina da parte della Russia

Intanto al fronte in Ucraina i combattimenti continuano e in un bombardamento in mattinata in Ucraina hanno perso la vita 25 civili. Putin ha affermato nella conferenza stampa, che è seguita alla firma, che Kiev deve “cessare il fuoco immediatamente e tornare al tavolo del negoziato, noi siamo pronti”. Sempre secondo Putin l’Ucraina deve “rispettare l’espressione della volontà del popolo – ha insistito – Proteggeremo la nostra terra usando tutte le nostre forze e faremo di tutto per la sicurezza del popolo”.

Non ci sarà una guerra nucleare 

Nei giorni scorsi, prima dell’annuncio del capo di stato russo, la tensione e l’apprensione per quanto poteva accadere in Occidente è cresciuta e in molti hanno iniziato a temere una guerra nucleare. Da parte del Cremlino è arrivata una secca smentita sull’ipotesi di un utilizzo dell’arma atomica. Se ne è fatto carico il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov che ha sostenuto che sostenendo che la Russia non è interessata a una simile escalation. ”Le persone che si comportano in modo irresponsabile parlano di escalation nucleare. Non vogliamo portare avanti questa questione. Invitiamo tutti a comportarsi in modo responsabile”, ha detto Peskov in conferenza stampa.