Mentre gli Stati Uniti si avviano verso l’autunno e l’inverno, ci si chiede se il ritorno delle mascherine sia necessario per arginare una potenziale ondata di Covid-19.

Con l’inverno aumenteranno i casi di Covid?

È dimostrato che i casi di Covid e i ricoveri ospedalieri tendono ad aumentare durante i mesi più freddi, quando le persone si riuniscono in ambienti chiusi. Alcuni funzionari sanitari avvertono che il virus potrebbe aumentare di nuovo a dicembre e gennaio.

Attualmente, i casi e i ricoveri sono in calo negli Stati Uniti dopo aver raggiunto il picco a fine luglio, secondo i dati dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Coloro che sono vaccinati e potenziati hanno un rischio molto più basso di ammalarsi gravemente e morire a causa della Covid-19. I dati del Cdc mostrano che gli americani non vaccinati hanno un rischio cinque volte maggiore di morire rispetto a coloro che hanno ricevuto solo una serie primaria e un rischio sette volte maggiore di morire rispetto a coloro che hanno ricevuto almeno una dose di richiamo.

Gli esperti hanno dichiarato all’Abc News che, sebbene la vaccinazione sia la migliore protezione contro la Covid -19, alcune persone potrebbero dover prendere in considerazione la possibilità di mascherarsi per proteggersi in caso di aumento delle infezioni.

La pandemia Covid è finita?

Ma la pandemia Covid è davvero “finita” come dice Biden? Gli esperti dicono di no. “Il mio consiglio è di mascherarsi quando ci si trova in spazi chiusi e affollati”, ha dichiarato alla ABC News il dottor Stuart Ray, professore di medicina alla Johns Hopkins University. “Ho trascorso molto tempo con pazienti affetti da Covid che non hanno contratto l’infezione, da quello che posso dire, sia dal test degli anticorpi che dalla mancanza di sindrome”.

La dottoressa Shira Doron, medico di malattie infettive ed epidemiologa ospedaliera presso il Tufts Medical Center di Boston, ha dichiarato alla ABC News che le mascherine hanno contribuito a ridurre la trasmissione del Covid negli ambienti sanitari.

Dpi e mascherine funzionano

“Ho lavorato in una clinica per le infezioni respiratorie con pazienti affetti da Covid all’apice della loro contagiosità, che mi respiravano in faccia, e non ho preso la Covid dai pazienti”, ha detto. “Credo davvero che i Dpi funzionino, che le maschere funzionino”.

Tuttavia, gli esperti hanno ammesso che sarà difficile convincere gli americani a indossare di nuovo le maschere dopo che molte città e Stati hanno eliminato l’obbligo.

Los Angeles, San Francisco e Denver rimangono le tre città più grandi degli Stati Uniti in cui le maschere sono ancora richieste sui mezzi pubblici. Nella maggior parte delle città, solo gli ambienti sanitari richiedono ancora l’obbligo della maschera.

Ray ha detto di ritenere che un’ondata, simile a quelle causate dalle varianti delta e omicron, sarebbe l’unica cosa da fare per ottenere il sostegno dell’obbligo.

“Penso che la gente sia davvero stanca di questa pandemia e che culturalmente ci sia poca voglia di mandati, di mascheramenti“, ha detto Ray. “È una salita ripida dirlo alla gente, a meno che non ci sia un contesto particolare in cui è importante, come un ambiente sanitario in cui ci sono molte persone vulnerabili”.

E ha aggiunto: “Se dovessimo trovarci di fronte a un’ondata di emergenza molto pericolosa, allora l’appetito per un mandato potrebbe cambiare, perché la gente si rende conto che una serie di servizi essenziali sono stati interrotti. Se gli ospedali venissero stressati dall’ondata, allora credo che potremmo assistere a un ritorno dei mandati”.

Doron ha detto anche che, sebbene sia favorevole alla mascheratura, non crede che le città e le contee dovrebbero ripristinare l’obbligo di mascheratura perché molte persone la tolgono comunque in casa per periodi di tempo prolungati, aumentando il rischio di trasmissione. Nella comunità abbiamo avuto l’obbligo di indossare le mascherine a meno che non si mangi o si beva e se avete mai viaggiato in un aeroporto o su un aereo, dove c’era l’obbligo di indossare le mascherine, sapete che le persone mangiano e bevono per tutto il tempo”, ha detto Doron. “Quindi, non è in grado di fare ciò che dovrebbe fare”.

In assenza di un obbligo di maschera, gli esperti hanno detto che le persone devono valutare il loro livello di rischio individuale e decidere se indossare una maschera può aiutare a proteggere se stessi e coloro che li circondano.

Soppesare la propria situazione

“Dovete soppesare la vostra suscettibilità, la vostra tolleranza al rischio di complicazioni a lungo termine, che sono ancora in qualche modo sconosciute, e i rischi che potreste comportare per le persone di cui vi occupate professionalmente o personalmente a casa”, ha detto infine Ray. “Ora, alcune persone potrebbero decidere – e questa è la parte del giudizio – che semplicemente non gli importa, che non pensano che sia un grosso problema e che si infetteranno semplicemente e che probabilmente non saranno ricoverate”.

Il dottor Thomas Murray, professore associato di pediatria presso la Yale School of Medicine, ha affermato che la valutazione del livello di rischio si applica anche ai bambini che frequentano la scuola, dove molti obblighi di mascherina sono stati aboliti.