manovra 2024

Il governo resta in carica per il disbrigo degli affari correnti a partire dalla riforma della giustizia. E non solo. A cinque giorni dalle vacanze e a poco meno di due mesi dal voto, il consiglio dei ministri continua a macinare provvedimenti e alcuni anche di un certo peso. Anche perché il Pnrr incombe e l’Europa chiede all’Italia di procedere ad alcune riforme.

LEGGI ANCHE: Cartabia “Con la riforma giustizia più efficace”

Non c’è Pnrr senza riforma della giustizia

A partire da quella della riforma del processo civile che è stata approvata dal parlamento nel novembre 2021 con l’intento di fornire risposte più celeri alle esigenze quotidiane dei cittadini nel rispetto delle garanzie. Snellire i processi è la parola d’ordine attraverso strumenti di risoluzione alternativa delle controversie e misure urgenti di razionalizzazione dei procedimenti in materia di diritti delle persone e delle famiglie nonché in materia di esecuzione forzata. In termini pratici si tratta di potenziare la mediazione anche con incentivi fiscali e la negoziazione assistita tramite avvocati viene estesa alla controversie di lavoro, potenziando l’arbitrato. Per una semplificazione del procedimento civile, la causa deve giungere alla prima udienza già definita nelle domande, eccezioni e prove; si procede con una semplificazione della fase decisoria e tra l’altro con una stabilizzazione delle innovazioni telematiche introdotte durante l’emergenza COVID-19.

Più potere ai giudici di pace per snellire la giustizia

Nel complesso, all’interno della riforma della giustizia, verranno estesi i poteri dei giudici di pace e si ridurranno I casi nei quali il tribunale opera in composizione collegiale. Si introduce l’istituto del rinvio pregiudiziale in Cassazione, consistente nella possibilità per il giudice di merito, quando deve decidere una questione di diritto nuova, di difficile interpretazione e suscettibile di reiterazione, sulla quale ha preventivamente provocato il contraddittorio tra le parti, di sottoporre direttamente la questione alla Corte di cassazione per la risoluzione del quesito posto.

Maggiori tutele per donne e minori

La riforma introduce innovazioni estremamente significative nel settore del diritto processuale della famiglia. In attuazione dei principi assegnati dal legislatore delegante, si prevede il procedimento unitario in materia di persone, minorenni e famiglie (con alcune specifiche eccezioni), introducendo più tutele processuali a difesa di minori e donne vittime di violenza; si introduce un immediato coordinamento tra autorità giudiziarie civili e penali e con le forze dell’ordine.

Si introduce il Tribunale per le persone, per i minorenni e per le famiglie, così da evitare la moltiplicazione delle controversie e introdurre, anche per il giudizio minorile regole uniformi, organiche e coerenti per una più salda garanzie dei diritti delle parti.

Nuovi insegnanti in arrivo

Un altro nodo, di quelli che caratterizzano le estati italiane, è stato sciolto. Ed è quello degli insegnanti. È arrivata infatti l’autorizzazione per il prossimo anno scolastico ad assumere 422 insegnanti di religione cattolica, 60 unità di personale educativo, 10.116 unità di personale A.T.A., 94.130 docenti e 361 dirigenti scolastici.

Golden Power su Fastweb e Wind Tre

Il governo ha deciso anche di applicare l’istituto della Golden Power in merito alla gestione dei servizi di progettazione e comunicazione a banda larga 5G.