Nello store con scanner e realtà aumentata per risparmiare tempo e soldi alla cassa. È l’ultima frontiera della spesa digitale, testata e lanciata sul mercato quest’anno da gennaio per la prima volta da Nisa, il colosso del retail che in Uk supporta oltre 4 mila store indipendenti fornendo loro servizi per la gestione degli stock e delle vendite.

Scan & Save cos’è

Il metodo sperimentato con successo da Nisa si chiama “Scan & Save” e grazie a questa app (disponibile per i clienti via web, sull’app store di Apple o Google Play), i clienti del gruppo possono leggere i codici a barre dei prodotti e ricevere promozioni esclusive appunto attraverso un overlay di realtà aumentata, che possono essere salvate e riscattate direttamente dal proprio dispositivo mobile. Ma non solo: con l’introduzione di una soluzione di acquisto contactless – poiché l’app utilizza la tecnologia NFC per il pagamento, eliminando le code – gli store possono eliminare le tradizionali casse.

Scan & Save viene utilizzato attraverso un sistema di vouchering basato su app mobile e integrato con la piattaforma Smart Data Capture di Scandit. Nello specifico, MatrixScan con realtà aumentata e il SDK (software development kit) per lo scanner di barcode di Scandit, sono stati integrati nell’app. Per i clienti basta dunque scaricare gratuitamente l’app, sia per i dispositivi Android che per quelli iOS.

Più insight per i client grazie all’app

A sviluppare questa app con la tecnologia innovativa di Scandit, per Nisa, è stata Jisp, una prestigiosa società di tecnologie con sede nel Regno Unito che fornisce soluzioni mobili per il marketing, gli acquisti e i pagamenti, per capire come affrontare e risolvere queste esigenze.

«Grazie alla realtà aumentata di Scandit all’interno dell’app Scan & Save – spiega Greg Deacon, Chief Customer Officer di Jispi clienti di Nisa possono accedere istantaneamente a informazioni sul prodotto, come per esempio la presenza di allergeni, o a recensioni; questo permette loro di acquistare con cognizione di causa e aiuta a far crescere le vendite, l’engagement dei clienti e il numero di ordini per il retailer».

Tutto è nato però dal desiderio costante di innovazione che è un po’ il marchio di fabbrica del gruppo Nisa che puntava a utilizzare la tecnologia per mantenere i clienti sempre informati e aggiornati, offrendo loro il pieno controllo dell’esperienza d’acquisto, e creando promozioni esclusive e offerte speciali, riducendo i costi all’interno dei punti vendita e offrendo buoni sconto, combattendo al tempo stesso gli sprechi.

Nisa: così aiutiamo i retailer nelle relazioni digitali

«Stavamo cercando di realizzare un sistema pioneristico per gli store, un sistema che di solito si trova soltanto nelle grandi catene dei supermercati – ha dichiarato James Taylor, Head of Central Operations di Nisa – Volevamo davvero dare ai nostri retailer indipendenti la capacità di costruire una relazione digitale immediata con i clienti, facendo comprendere meglio le abitudini d’acquisto di questi ultimi attraverso le interazioni e le azioni in-store, e aiutandoli a promuovere le vendite in maniera sostenibile, a dimostrare il Roi e a ottenere preziosi insight».

Scandit utilizza infatti la realtà aumentata per consentire ai retailer di innovare e far evolvere i propri negozi fisici da semplici punti vendita tradizionali a un’esperienza più coinvolgente, mostrando ai clienti informazioni dinamiche, aggiornate e che migliorano la loro shopping experience. Grazie a Scandit Smart Data Capture, Nisa ha ottenuto una maggiore comprensione dei comportamenti di acquisto dei clienti – chi, dove, cosa e quando – che le ha permesso di reagire più rapidamente alle tendenze e di prevedere i livelli di scorte per il rifornimento.

Oggi ha dato prova di essere l’unico provider tecnologico capace di offrire velocità, precisione e intelligenza ineguagliabili, indipendentemente dal dispositivo utilizzato. Grazie all’aggiunta di MatrixScan con realtà aumentata, Jisp può mostrare le offerte dopo la scansione del codice a barre, incoraggiando gli utenti a effettuare acquisti spontanei e creando un’esperienza coinvolgente, oltre a fornire preziose informazioni sui clienti per l’azienda.

Scandit, i risultati di un successo

Dopo il successo del progetto pilota di tre mesi effettuato in 30 negozi e sostenuto da marchi come Mondelez, PepsiCo, Kelloggs, Molson Coors e Nomad Foods, Nisa è rimasta impressionata dai risultati ottenuti in un periodo così breve e da allora ha esteso l’iniziativa a livello nazionale. Poco più di 2.000 utenti del progetto pilota di Nisa hanno fornito i seguenti risultati:

  • Valore di sconto combinato pari a 36.211 sterline
  • 81% di redemption con una media di due visite a settimana
  • Più di 82.000 scansioni e 40.000 tap
  • Oltre 32.000 redemption dei voucher Scan & Save
  • 80% delle conversioni tra voucher emessi e risposte ottenute