Quore Italiano continua a crescere e nella centralissima via Dante, tra le zone più turistiche del capoluogo lombardo, apre un nuovo ristorante, il sesto del format nato nel 2012 e improntato sui valori di autenticità e semplicità attraverso ricette che celebrano le eccellenze del made in Italy.

Un manifesto per sfatare i luoghi comuni

Per l’occasione, il brand si schiera a difesa dell’italianità a tavola stilando un manifesto in dieci punti per sfatare i luoghi comuni più diffusi all’estero e valorizzare la cultura culinaria del Bel Paese. “Gli spaghetti si arrotolano esclusivamente sulla forchetta, vietato usare il cucchiaio!” ricorda l’immagine iconica del grande Alberto Sordi in Un americano a Roma, mentre “sfida” un succulento piatto di spaghetti; “Alfredo non è mai stato il nome di un piatto”: le fettuccine all’Alfredo, condite con burro e parmigiano, sono infatti amatissime all’estero, ma totalmente sconosciute in Italia. E ancora, “La pizza si mangia con le mani” è un mantra da ripetere ogni volta che si addenta il piatto italiano per antonomasia. La colazione poi è un capitolo a parte, un vero e proprio rituale che merita le sue regole, dunque: “Il cappuccino si beve solo alla prima colazione” e “Il caffè per eccellenza è l’espresso”.

“Con questa nuova apertura – afferma Marcello Rizza, CEO di Cuore di Parma srl – arriviamo nel cuore di Milano, la città dove il nostro brand è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni, raccontando una storia di tradizione e qualità made in Italy. Siamo felici di aver raggiunto questo traguardo e di diffondere la cultura gastronomica del nostro Paese attraverso un manifesto che vuole anche far sorridere”.

LEGGI ANCHE: Il giovane chef che racconta la cucina italiana al mondo

La nuova location

La nuova location – 90 coperti con una sala interna dove spicca un rigoglioso giardino che avvolge l’intera stanza, una piccola sala al piano meno uno e un dehors a pochi passi dal Duomo di Milano – punta ad attrarre una clientela sempre più internazionale, in un ambiente informale e moderno, con la simpatia e l’ironia che contraddistingue gli abitanti del Bel Paese. I dieci “comandamenti” di Quore Italiano saranno infatti riportati su locandine e cartoline nel locale, per invitare i clienti a gustare la cucina tipica dello Stivale come un italiano DOC.

Il menù di Quore Italiano

La nuova insegna di via Dante 5 presenta in anteprima il menu estivo, con gustose novità: gli antipasti si caratterizzano per le proposte leggere e i sapori freschi; non mancano piatti freddi, come la caprese rivisitata – con mozzarella di bufala DOP, pomodoro e pesto di basilico – e la burrata con il prosciutto; tra i secondi spicca il vitello tonnato con misticanza, nocciole piemontesi e limone caramellato, mentre la sezione Pizza si arricchisce di un nuovo impasto senza lievito, ancora più digeribile e croccante, declinato con diversi ingredienti e farce. Inoltre, con l’arrivo dell’estate, il momento dell’aperitivo diviene centrale grazie a una carta drink rinnovata, ma al tempo stesso legata ai grandi classici, da sorseggiare accompagnati da un tagliere di salumi nostrani.

Il concept di Quore Italiano, frutto della sinergia tra gli imprenditori della ristorazione Marcello Rizza e Giuseppe Beani, continua così la sua crescita portando avanti una filosofia che accomuna tutti i locali, basata sull’attenzione al cliente e la passione per la qualità delle materie prime.