Stipendio di un programmatore informatico in Italia

Il programmatore informatico è un mestiere che richiede molto studio. È una professione molto richiesta ma rientra in un mercato del lavoro altamente competitivo. Per questo, lo stipendio oscilla da un minimo di 970 euro netti a un massimo di 3.200 al mese.

Un programmatore Informatico in Italia guadagna mediamente 1.450 euro netti al mese, che in un anno sono circa 26.400 euro lordi all’anno. Una paga di 100 euro inferiore all’attuale retribuzione mensile media in Italia.

Naturalmente lo stipendio dipende dall’esperienza e dall’intraprendenza professionale e personale. Le aziende del settore sono numerose. Lavorare per una impresa significa guadagnare mediamente meno. Un professionista autonomo ha più possibilità di fare carriera.

 

Lo stipendio di un programmatore informatico

Vediamo quanto guadagna in media un programmatore informatico in Italia a seconda dell’esperienza e della qualifica. Cominciamo dal più sottopagato alla qualifica più remunerata.

  • Programmatore informatico stagista: 670 euro al mese.
  • Programmatore informatico junior (entry level): 960 euro.
  • Programmatore informatico PHP (esperto del linguaggio Hypertext Preprocessor): 1510 euro.
  • Programmatore Java: 1650 euro.
  • Analista programmatore: 1710 euro.
  • Programmatore informatico senior: 2320 euro.
  • Programmatore informatico capo progetto: 3050 euro.

A metà carriera (dopo 4-9 anni) un programmatore informatico guadagna quasi il doppio di un entry level junior.

 

Programmatori informatici e parità di genere

In Italia sono appena il 4% le programmatrici informatiche. È un mercato del lavoro ancora fortemente maschile.

Un ingegnere informatico guadagna più di un programmatore informatico. Tra le professioni mi richieste in questo campo ci sono i web designer, web developer e SEO Specialist.

 

Quanto guadagna un programmatore informatico all’estero

Negli Stati Uniti un programmatore informatico o professionista IT percepisce uno stipendio medio di 110 mila euro. Oltre 9 mila euro al mese. Il triplo di un esperto italiano.

Un developer tedesco con appena 2 anni di esperienza, età 29 anni, guadagna quanto un esperto in Italia: anche 3700 euro netti al mese.

Le professioni di programmatore in crescita

Una delle professioni di questo ramo in forte crescita è quella di ethical hacker, che richiede molta preparazione. Un hacker etico senior con 10-20 anni di esperienza può guadagnare anche più di 100mila euro all’anno. Un entry level arriva anche a 60mila euro.

È una professione molto richiesta nel campo della cyber security, soprattutto a causa della guerra tra Russia e Ucraina e dei numerosi pericoli che si insinuano nella rete internet.