Quanto guadagna un notaio

La professione del notaio è tra le più ambite tra i giovani studenti di alcuni corsi universitari, come quello di giurisprudenza, perché, tra gli altri motivi, è una carriera che garantisce un reddito elevato. Comunque, molti lamentano la difficoltà che si trova nell’accesso al notariato, arrivando anche ad accuse di complotto per l’assegnazione della libera professione. Ma, al di là delle tesi complottistiche, ci si domanda quanto effettivamente guadagna un notaio in Italia.

Quanto guadagna un notaio in Italia

In Italia il notaio è un pubblico ufficiale che ha superato un concorso bandito dal Ministero della Giustizia, che viene emesso ogni anno, anche se il numero di posti disponibili è molto ristretto, rispetto alle domande di partecipazione.

Il compito del notaio è quello di annotare nei pubblici registri vicende che hanno un certo peso nella nostra vita quotidiana, come la compravendita di beni immobili, mobili, la registrazione di testamenti, la creazione di società e tutto quello che ha a che fare con il patrimonio. Il notaio, con il suo operato, garantisce pubblica fede ed efficacia legale agli atti e documenti a lui sottoposti, deve essere terzo ed imparziale e non è esente dalla responsabilità per gli atti compiuti nell’espletamento del suo lavoro e le sue responsabilità possono ricadere nel civile, penale e disciplinare.

Tutto questo fa comprendere come il lavoro del notaio non sia affatto cosa semplice, considerando anche il fatto che l’Agenzia delle entrate e il Ministero della Giustizia organizzano sui professionisti dei controlli regolari: ogni 4 mesi la prima, ogni due anni il secondo.

Da tutte queste responsabilità deriva, quindi, anche uno stipendio degno di nota (che, comunque, varia, essendo una libera professione): il notaio, in media, guadagna tra € 60.000 e € 200.000 annui, quindi lo stipendio mensile varia tra i cinquemila e i trentamila euro lordi.

Tutta questa varianza dipende da diversi fattori, come l’andamento dei mercati, il numero di clienti, ubicazione dello studio professionale.