Quanto guadagna un manager in Italia

In Italia sia parla molto in queste ultime settimane di salario minimo per i lavoratori, motivo che sta spingendo molti a chiedersi quale sia l’effettivo stato del mondo del lavoro in relazione alle retribuzioni nel Paese. Quando guadagna ad esempio un manager in Italia?

Quanto guadagna un manager in Italia

Lo stipendio medio di un manager in Italia è pari a 40mila euro all’anno, ovvero 20,51 euro all’ora. Si tratta naturalmente di una stima che non tiene conto del livello di esperienza del singolo manager. Ecco dunque che nel caso di un manager nella posizione entry level si sarà di fronte ad una retribuzione di 30mila euro all’anno, mentre nel caso di massima esperienza si arriva fino a 67mila euro all’anno.

È ancora, secondo quanto riportato da uno studio condotto dal Centro studi Mediobanca, in Italia lo stipendio medio dell’amministratore delegato di una società quotata è di 849.300 euro lordi: 14,4 volte più di un dipendente con uno stipendio medio. Molto alta anche la cifra percepita dal presidente di una società quotata, circa 458.200 euro.

Ma quanto guadagnano i top manager italiani? In vetta a questa particolare classifica troviamo Carlo Cimbri, ad e direttore generale di Unipol, con 7,9 milioni di euro. Seguono Giovanni Tamburi, presidente e ad di Tamburi Investments con 7,7 milioni di euro, Carlo Messina, ad e dg di Intesa Sanpaolo con 5,65 milioni di euro. Tra i presidenti, invece, chi incassa maggiori profitti dal proprio lavoro è Massimo della Porta di Saes Getters, con 7 milioni seguito da Philippe Donnet di Generali con 5,9 milioni.