bonus famiglie 2022

Il Decreto Aiuti approvato dal governo italiano lo scorso 2 maggio prevede una serie di interventi volti a sostenere l’economia dei cittadini alle prese con la forte inflazione e il caro bollette. Tra questi c’è anche il nuovo bonus famiglia 2022, pensato come forma di sostegno per pensionati, lavoratori con reddito fino a 35mila euro e partite Iva. Vediamo più nello specifico di cosa si tratta, a chi spetta e come richiederlo.

Bonus famiglie 2022, cosa prevede

“Nel clima di grandissima incertezza che viviamo – aveva detto il presidente del Consiglio Mario Draghi in sede di presentazione del Decreto Aiuti – il governo fa il possibile per poter dare un senso di direzione, di vicinanza, a tutti gli italiani e le azioni, le decisioni di oggi rappresentano bene questa determinazione”. 

Il bonus famiglie 2022 prevede che pensionati, lavoratori dipendenti e partite Iva percepiscano la cifra di 200 euro in busta paga se il loro reddito complessivo sarà inferiore a 35mila euro. In totale il bonus dovrebbe riguardare circa 28 milioni di italiani, ivi compresi i lavoratori stagionali, i collaboratori domestici e i percettori di reddito di cittadinanza. La cifra verrà elargita a dipendenti e partite Iva tra giugno e luglio, mentre ai pensionati a luglio. Se per i dipendenti e i pensionati è chiaro che i 200 euro verranno elargiti in busta paga e nella pensione, per gli autonomi il governo deve ancora definire quali saranno le modalità.

“Sarà erogato dai datori di lavoro – ha chiarito il presidente del Consiglio Mario Draghi – Questi ultimi lo recupereranno al primo pagamento d’imposta. Viene ristorato quindi al primo pagamento fiscale”.

In ultimo si ricorda che il bonus famiglie 2022 – riguardante i buoni spesa per tutte le famiglie che hanno problemi a provvedere alla spesa alimentare – è confermato anche nel mese di maggio. La misura riguarda nello specifico i Comuni che hanno ricevuto ulteriori finanziamenti per l’anno 2022 e hanno ancora aperti i bandi per il mese di maggio.